10 motivi + 1 per andare a Vienna

Quanti buoni motivi conoscete per andare a Vienna ?

Un elenco molto lungo, oggi abbiamo voluto fare il solito elenco delle 10 cose, che diventano 10 + 1 perché l’occasione per parlare di Vienna oggi è la notizia che la compagnia aerea Wizzair aprirà due nuove rotte lowcost dall’italia, con partenza da Roma e Bari.


I voli saranno operativi da giugno, rispettivamente il 14 e il 15, con biglietti a partire da 29 euro a tratta, tutto incluso, compreso un bagaglio a mano.  


Un’occasione da non lasciarsi scappare per scoprire una Vienna tutta da vivere perché in estate le rive del Danubio si popolano di bagnanti e le temperature miti rendono ancora più piacevole vivere la vibrante Vienna by night. 

E allora vediamo queste 10 cose da fare e vedere a Vienna 

 

 

1 Scoprire la Vienna imperiale

Vienna Schonbrunn
 

D’obbligo dunque una visita ad Holfburg Palace, il palazzo imperiale che insieme al Castello di Schonbrunn, la residenza estiva, farà piombare i visitatori all’epoca degli Asburgo e della principessa Sissi. Per gli appassionati da visitare anche un museo a lei dedicato

2 Degustare vino negli huriger 

 

Lo sapevate che nella città di Vienna si producono ottimi vini? Il modo migliore per degustare i vini viennesi sono gli heuriger, paragonabili un po’ alle fraschette dei Castelli Romani. La caratteristica è quella che qui vengono venduti solo vini di produzione propria e cibi semplici. Non è detto dunque che siano sempre aperti, perché quando finisce il vino l’huriger deve chiudere ecco perché, per dare una regolarità del servizio, preferiscono restare aperte solo alcuni mesi prestabiliti all’anno.

3 Hotel Sacher 

L’estate è uno di quei momenti che il teatro dell’Opera di Vienna si apre anche a momenti meno istituzionali come il festival jazz. Al termine dei concerti una tappa d’obbligo all’hotel Sacher, proprio di fronte, per assaggiare la celebre Sachertorte, ma anche  l’occasione per scoprire l’ambiente elegante e raffinato che lo caratterizza. 


Ma lo sapete che la celebre torta al cioccolato fu creata nel 1832 per il ministro Metternich? Vi assicuro che è davvero speciale e ve lo dico io che in genere non amo questa torta, ma solo perché non avevo mai assaggiato quella originale.

4  Palazzo della Secessione 

Il Palazzo della Secessione dall’inconfondibile cupola dorata. 


Per i viennesi questo edificio è soprannominato il cavolo d’oro, il perché si intuisce guardando la foto. Sapete quante sono le foglie di alloro dorato con la quale è realizzata la cupola? Circa tremila! Un vero capolavoro del liberty vienniese, il movimento artistico a cui è legato Gustave Klimt

5 La Vienna dei bar

 

Vivere le atmosfere dei bar viennesi, una dimensione molto rilassante che ben si discosta dal cappuccino e cornetto preso al bancone al quale siamo abituati la mattina. In una bar di Vienna non esiste la fretta. Tra i tanti bar uno dei più singolari è il Unger und klein im hochhau, un locale circolare di appena 20 mq, noto come il più piccolo bar di Vienna, piccolo, ma con una grande storia

6 MuseumsQuartier

Uno spazio molto amato e molto vissuto dai viennesi è il MuseumsQuartier, un polo culturale nato nel 2001 che oggi ospita due importanti musei e che si sviluppa attorno ad una piazza, centro della vita notturna della città. 

I musei sono il Leopold Museum, con opere di Gustav Klimt e di Egon Schiele, ospitato all’interno di grande cubo bianco e il Mumok, un cubo questa volta nero, che raccoglie Pop Art, Foto-Realismo, Nuovo Realismo e Azionismo Viennese. 

Oltre a questi due musei principali altri spazi dedicati all’arte e alla cultura contemporanea. 

La grande piazza esterna è vissuta grazie alla presenza di bar, ristoranti, istallazioni, musica e alle Enzis, delle particolarissime panchine colorate dove riposarsi, prendere il sole o bivaccare, ampie sedute che ogni anno sono caratterizzate da una tonalità diversa.

7 Cattedrale di Santo Stefano (Duomo di Vienna)

 

 

Le sue torri altissime segnano lo skyline di Vienna e sono visibili praticamente da tutta la città. Si tratta della cattedrale gotica più importante dell’intero Paese. La cattedrale di Santo Stefano. Per chi ha voglia di panorami indimenticabili, d’obbligo salire sulla cima del campanile alto 137 metri che i viennesi chiamano Steffy. Un’occasione anche per vedere da vicino il tetto rivestito in piastrelle di maiolica con lo stemma imperiale

8 Cioccolata

 

Sicuramente Viena è la città perfetta per i golosi. Sachertorte a parte, ha una grande tradizione legata alla cioccolata. Oltre alle celebri Palle di Mozart, con il cuore di marzapane, si trovano laboratori artigianali che, unendo modernità e tradizione, realizzano prodotti da leccarsi i baffi. Tra i tanti io ho visitato una delle sedi di Xocolat.  Entrare qui è un’esperienza sensoriale fortissima, soprattutto se farete una degustazione guidata. Quando sono andata io era domenica e il maestro cioccolatiere era di riposo, ma normalmente è possibile vederlo al lavoro dietro al vetro, ma non è tutto, chi lo desidera può scegliere di fare un’esperienza completa partecipando ad un laboratorio per imparare a creare con le proprie mani i ciocolatini. 

9 Danubio

Il Danubio, secondo fiume d’Europa, attraversa Vienna e in passato ha giocato un ruolo fondamentale nel suo sviluppo economico. Quello che forse non sapete è che la città prende il nome da un suo affluente (Winefluss). 
 
In estate le sue rive si popolano di viennesi in cerca di fresco. Le sue sponde e soprattutto di un canale laterale, regalano all’Austria quell’aspetto balneare, con tanto di barda spiaggia e locali di tendenza. Insomma, anche se non c’è il mare il relax balneare a Vienna si trova così, C’è proprio tutto, nuotatori, velisiti, surfisti o semplicemente famiglie in pedalò.
Il Danubio è il principale fiume navigabile del continente e questo è sicuramente un altro modo per vivere il Danubio anche in inverno

 

10 Prater 

 

Per chi ha voglia di divertirsi Vienna offre anche un grande parco di divertimenti, il Prater, con oltre 250 attrazioni, anche se la più famosa è la grande ruota panoramica, diventata ormai uno dei simboli di Vienna che offre una vista della città da quasi 65 metri di altezza. Il parco è aperto fino a tarda notte, l’occasione per fare vedere dall’alto Vienna illuminata

… ma come, siamo già a 10? Ci sono ancora tantissime cose da fare e vedere a Vienna! Però ho detto 10 e per questo mi fermo qui. Però (ma non ditelo a nessuno) di cosa da fare e vedere a Vienna ho parlato più volte qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *