Israele a febbraio torna la maratona del Mar Morto

Israele da alcuni giorni ha riaperto le porte al turismo non solo culturale e religioso, ma anche sportivo. Tra meno di un mese, infatti, torna la maratona del Mar Morto (Dead Sea Marathon), in programma il 4 febbraio. Una corsa davvero unica al mondo perché si corre nel punto più basso del pianeta. Valore aggiunto a questa maratona è lo scenario naturale del Mar Morto che va dagli  antichi cristalli di sale, ai magici paesaggi desertici di Israele.

Dead Sea Marathon, una maratona unica al mondo

Mr. Nir Wanger responsabile del Consiglio Regionale di Tamar, Mar Morto, ha dichiarato: “Durante il periodo del COVID, abbiamo aperto un’isola verde che è servita come esempio per molti Paesi che hanno visitato ed esplorato l’area. Siamo orgogliosi di svolgere la Maratona della Terra del Mar Morto nello Stato di Israele. Correre la nostra bellissima e speciale maratona su argini incrostati di sale e tra paesaggi inebrianti con aria pulita e satura di alto contenuto di ossigeno è un’esperienza non comune!

Dead sea marathon

La Maratona del Mar Morto è una gara riconosciuta ufficialmente dal marchio standard AIMS e dall’Associazione di Atletica Leggera. Per tutti i partecipanti anche l’opportunità di usufruire di particolari pacchetti turistici agevolati che includono anche esperienze diverse che come lezioni yoga al tramonto, after party il venerdì e release run il sabato.

israele a febbraio è maratona del mar morto

.

Cinque diversi percorsi di gara

La corsa prevede oltre ai classici 42 Km anche percorsi alternativi, non solo più brevi, ma anche più lunghi e tutti ad anello.

• 5 km. – un percorso adatto a tutti da fare sia di corsa che camminando.
• 10 km. – sulla diga verso il mare e lungo la nuova passeggiata del Mar Morto.
• 21.1 km la classica mezza maratona che si corre lungo una pista veloce e pianeggiante
• 42 km maratona – una maratona pianeggiante intorno al bacino meridionale del Mar Morto, sponsorizzata da Veridis Israel.
• 50 km Ultra Marathon – 50 km di percorso, sponsorizzato dal brandHOKA.

Tutti i percorsi hanno in comune il senso di marcia: si parte da est, direttamente sul mare verso la Giordania, su un terrapieno sterrato che non è mai stato calpestato e che è stato appositamente adattato a beneficio dei partecipanti alla maratona.

ll momento clou della gara è proprio la corsa verso il centro del mare, sull’argine che circonda la parte meridionale del Mar Morto. Per gli atleti l’emozione di correre lungo questa striscia di ghiaia, con a destra e sinistra le acque del Mar Morto. Un terreno che solitamente è accessibile solo ai dipendenti delle saline. Solo una volta all’anno le forze di sicurezza consentono l’uso delle dighe per scopi sportivi e questo offre ai corridori l’opportunità di scoprire panorami mozzafiato.

Dead Sea Marathon 

Anche se Dead Sea Marathon è solo alla terza edizione, questa maratona ha una lunga tradizione. Rappresenta infatti l’evoluzione della corsa di Ein Gedi. Un evento che in oltre 30 anni ha visto arrivare in Israele decine di migliaia di corridori da tutto il mondo per partecipare. Un successo sportivo che ne ha fatto un punto di riferimento per atleti dilettanti e professionisti.

2 thoughts on “Israele a febbraio torna la maratona del Mar Morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.