A Ladispoli alla sagra del carciofo in treno storico

Si è conclusa oggi a Ladispoli la tre giorni dedicata alla sagra del Carciofo, tra stand gastronomici, sculture di carciofi, concerti, spettacoli e molto altro ancora. Sagra giunta alla 70 esima edizione che finalmente torna dopo i difficili anni dell’emergenza sanitaria.

Era tanto che ci volevo venire, l’occasione è stato un invito di Terra Tua a viaggiare su un treno storico degli anni ’30 di Fondazione FS che con partenza da Roma Termini, dopo aver raccolto altri passeggeri alle stazioni Ostiense e San Pietro ha raggiunto prima Ladispoli e poi Civitavecchia.

Io sono scesa a Ladispoli e per tutto il giorno mi sono persa tra montagne di carciofi davvero enormi, anche se nella prima mattina il tempo era un po’ incerto, poi è uscito un bellissimo sole, facendo dimenticare il maltempo dei giorni precedenti. Le strade erano affollatissime perché davvero tanti romani hanno colto l’occasione per trascorrere una giornata a Ladispoli e tornare a vivere le atmosfere gioiose della sagra del carciofo, ma soprattutto per degustare i tanti piatti offerti, sia dagli stand che dai ristoranti convenzionati, tutti o quasi, declinati al carciofo, spritz compreso.

Altra grande attrattiva della sagra sono state le sculture di carciofo a piazza Rossellini che hanno visto i rispettivi artisti sfidarsi in una gara a colpi di click, attraverso la pagina social del Comune di Ladispoli

C’era un po’ di tutto ma a vincere è stata la sirena, di Mara Zani, che si è conquistata il primo gradino del podio con 1331 voti, seguita dal Castello Odescalchi con 960

statua sirena carciofo ladispoli

La sagra del carciofo di Ladispoli è anche spettacolo, ieri sera a infiammare il pubblico è stato il concerto della Vibrazioni, oggi nelle vie di Ladispoli protagoniste sono state le bande musicali, mentre sul palco si sono esibiti”I ladri di Carrozzelle” e poi gran finale con i fuori d’artificio che hanno dato virtualmente a tutti appuntamento al prossimo anno.

Bellissima giornata anche per l’esperienza di viaggio sul treno storico, ma di questo vi parlerò un altro giorno perché va oltre al viaggio di oggi in quanto è parte di un progetto più ampio e molto interessante dal punto di vista turistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *