Fiumicino, nuove norme di accesso allo scalo

Aeroporto Fiumicino

All’Aeroporto di Fiumicino da domani cambiano le regole di accesso allo scalo romano, norme che, non serve spiegarlo, sono state rese necessarie per adeguarsi alle nuove disposizioni previste dal DPCM del 17 maggio 2020 per il contenimento del contagio da Covid-19, al protocollo di sicurezza sanitaria dell’UE e alle linee guida dell’ENAC.

Per prima cosa l’accesso al Terminal 3, che dal marzo scorso è l’unico in attività- sarà consentito esclusivamente ai viaggiatori e agli operatori portuali, lasciando fuori parenti, amici e tutta quella piccola folla con i cartelli che eravamo soliti vedere in arrivo.

Cambiano i controlli della temperatura corporea attraverso i termoscanner, che non verranno più effettuati al gate, ma direttamente all’ingresso dell’aeroporto presso l’ingresso 5 piano partenze del Terminal 3 e – per chi entra in aeroporto dal parcheggio multipiano o proveniente dalla stazione ferrovieria – al mezzanino. Controlli con il termoscanner sono previsti anche che chi accede dagli arrivi, presso la porta 4 .

I passeggeri che devono uscire dall’aeroporto potranno utilizzare la porta 3 del livello partenze e la 2 del livello arrivi.

Tra le norme per il contenimento del contagio, lo ricordiamo, c’è anche quella di indossare la mascherina in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, e mantenere la distanza di interpersonale di almeno un metro, non serve dire che l’aeroporto non fa eccezione. Quindi prima di arrivare siate certi di avere con voi una mascherina, anche perché la dovrete utilizzare anche in aereo, anche se all’interno dell’aeroporto sono stati installati oltre 200 dispenser di gel igienizzante e distributori di mascherine.

Ma non è tutto. Per garantire il distanziamento sociale sono stati rimodulati gli spazi aeroportuali, i viaggiatori in transito troveranno una nuova segnaletica e un servizio di totem informativi che si vanno ad aggiungere alle informazioni fornite dai monitor di servizio.

tabellone

A tutto questo si aggiunge uno speciale programma di  sanificazione dell’intero perimetro aeroportuale, iniziato già da tempo, che comprende sia le zone interne (banchi check-in, metal detector, contenitori porta oggetti, sedute d’attesa, corrimano delle scale mobili, toilette, carrelli per il trasporto delle valigie, bagagli) sia, secondo necessità, in quelle esterne (strade, aree di parcheggio a tempo, stalli per i taxi).

Un programma iniziato da ADR fin da subito e che ha avuto il supporto di Protezione Civile, Ministero della Salute, Enac e Polizia di Stato e che ha dato ottimi risultati in quanto a sicurezza e senza recare disagi ai passeggeri.

Ancora chiuso al traffico di linea l’aeroporto di Ciampino

Intanto l’aeroporto di Ciampino, chiuso da venerdì 14 marzo, rimane ancora fermo per quando riguarda i voli di linea. Operativi solamente le attività legate ai cargo, quelle degli Enti di Stato, dell’aviazione generale, aerotaxi e voli privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *