Air France, il nuovo video sulla sicurezza

Air France, il nuovo video sulla sicurezza vuole essere coinvolgente e soprattutto essere visto con piacere e attenzione dai passeggeri, perché la sicurezza è importante. Ecco allora che il viaggio in Francia con Air France inizia già in aereo, un viaggio di circa 5 minuti che porta il passeggero a scoprire alcune delle località più iconiche della Francia.

La Gioconda fa da sfondo al nuovo video Air France

Un video che Air France ha definito come una passeggiata musicale nei luoghi più famosi della Francia, dalla scalinata dell’Opéra Garnier ai musei francesi, dove non manca neppure la Gioconda che ci concede un sorriso in più e solo per noi.

Francia è anche natura, e allora ecco anche i vigneti della Provenza, la maestosità del Monte Bianco e ancora i giardini della Reggia di Versailles dove la grande fontana è il posto migliore per illustrare l’uso dei giubbetti salvagente.

Giardini di versailles nel video Air France

Dall’assolata Costa Azzurra si passa alle sfilate di moda parigine, ai caffè francesi, ai celebri librai del lungo Senna e poi non poteva mancare lei, la Tour Eiffel con il panorama che si gode dalla terrazza più alta.

Immagini e musica raccontano la Francia e la sicurezza in volo

Un video che cattura l’attenzione, non solo per le immagini, ma anche per la musica: melodie vivaci, ispirate ai musical, del compositore francese Ludovic Bource – che nel suo curriculum artistico ha anche un premio César e un Oscar – musiche create appositamente per questo video.

Ecco in poche parole i contenuti del nuovo video Air France sulla sicurezza in volo, che verrà proiettato sui voli a partire da lunedì 1 marzo sui voli a lungo raggio, che vi mostro qui in anteprima.

A muoversi tra le scene che vi ho appena descritto sono due assistenti di volo spiegano – in francese e in inglese – le istruzioni per la sicurezza ai passeggeri. Passeggeri che, idealmente, vediamo già a destinazione seduti al tavolino di un bar, sdraiati a bordo piscina dell’l’Hotel Martinez Cannes e ancora aggirarsi nei musei.

Al passeggero comodamente seduto in aereo passando davanti agli occhi tutte le ultime normative in vigore in fatto di sicurezza in volo e non solo.

come si allacciano le cinture di sicurezza

Mentre si è in volo, non solo si sogna la Francia, ma si impara anche il corretto uso delle cinture di sicurezza, dei giacchetti di salvataggio, dei dispositivi elettronici e ancora come funzionano le uscite di emergenza e le maschere d’ossigeno. Niente a che vedere con i soliti video noiosi che, diciamolo pure, non guarda mai nessuno.

Ristorante all'aperto

Un video di Romain Quirot

Quindi un video creativo che parla di norme di sicurezza in volo e al tempo stesso promuove la destinazione Francia attraverso le immagini di alcuni dei luoghi più amati dai viaggiatori. Non a caso il video – che ha la firma del regista e sceneggiatore francese Romain Quirot – è stato prodotto dall’ agenzia di comunicazione Aura by Omnicom  in collaborazione con Atout France (l’agenzia di sviluppo turistico francese).

Se Air France cercava un modo per catturare l’attenzione dei passeggeri sulle norme di sicurezza a bordo ci è riuscita pienamente.

i librai del lungo senna

Con questo nuovo video – ha dichiarato Catherine Villar, SVP Customer Experience Air France – mostriamo il meglio che la Francia ha da offrire in modo emotivamente coinvolgente. Tutti i nostri team qui ad Air France sono pronti ad accogliere i clienti ed evidenziare questo stile di vita francese, a noi così caro, non appena si imbarcano sui nostri voli. Non vediamo l’ora di riaprire i cieli, volo dopo volo, con la sicurezza come nostra assoluta e costante priorità.

Il video Air France si conclude con l'equipaggio sulla torre Eiffel

Per il video gran finale con un intero equipaggio di Air France che saluta i propri clienti dalla cima di una scintillante Torre Eiffel. Il modo migliore per concludere questo briefing sulla sicurezza.

aereo air france

Io invece concludo con l’augurio di poterlo rivedere presto seduti su un volo Air France, perché presto torneremo a viaggiare e a volare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.