Assaggi, a Viterbo il salone dell’enogastronomia Laziale

Tutto è pronto a Viterbo per la terza edizione di Assaggi, il salone dell’enogastronomia Laziale che è stato presentato alla stampa ieri in Piazza di Pietra, presso il tempio di Vibia Sabina e Adriano, sede della Camera di Commercio di Roma.

Assaggi Viterbo invito

Un appuntamento importante non solo per Viterbo, ma per l’intera regione, il salone Infatti rappresenta una grande vetrina di quello che è il suo variegato patrimonio agroalimentare, eccellenze che da sole possono rappresentare un importante incentivo allo sviluppo del turismo oltre Roma. Assaggi sarà una tre giorni – dal 18 al 20 maggio – per scoprire, anche attraverso una approccio pluri-sensoriale, alcune di queste eccellenze, il tutto in una location d’eccezione quale il Palazzo dei Papi e Piazza San Lorenzo, cuore storico del capoluogo della Tuscia. 

Palazzo dei papi

Qui, all’interno di una tendostruttura si terranno gli gli incontri in programma con ospiti di prestigio, show cooking, presentazioni di libri, laboratori sensoriali e talk organizzati in collaborazione con Agro Camera. A Piazza San Lorenzo c’è anche uno spazio dedicato ai più piccoli con una serie di attività didattiche a cura di Slow Food Viterbo e Tuscia.

Assaggi kids

E non finisce qui, l’area espositiva si estende anche negli spazi dell’adiacente CERSAL (Centro di Ricerche per la Storia dell’Alto Lazio), dove hanno sede le degustazioni guidate e i panel dedicati all’olio e al vino.

Nel fare gli onori di casa il presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti, ha sottolineato che “La filiera agroalimentare del Lazio vanta riconosciute eccellenze, che trovano fondamento in una tradizione millenaria: gli olii, il pane e i formaggi, le birre artigianali, ma anche i vini e le carni si attestano ai più alti livelli di qualità nazionale. – ha dichiarato il presidente della Camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti – Il settore agroalimentare, a Roma e nel Lazio, conta circa 45mila imprese tra agricoltura e industrie alimentari e si arriva a oltre 100mila considerando anche commercio alimentare e ristorazione. Assaggi rappresenta una preziosa occasione per valorizzare il nostro ricco patrimonio enogastronomico, promuovere l’incontro tra cibo di qualità e turismo e favorire l’incontro tra imprese e consumatori. Per queste ragioni la Camera di Commercio di Roma sostiene convintamente la manifestazione”.

Conferenza stampa Roma

Tagliavanti ha anche voluto ricordare che Roma e Viterbo hanno in comune il fatto di essere entrambe città di Papi un legamene che, in vista del Giubileo va rafforzato e poi non dimentichiamo che sono collegate dalla via Francigena, la strada che ha rappresentato la prima via di turismo dell’antichità, turismo religioso perché era fatto di pellegrini.

Assaggi è organizzato dalla Camera di Commercio di Rieti-Viterbo con il contributo di Camera di Commercio di Roma, del Comune di Viterbo e con il patrocinio della Regione Lazio e vede la partecipazione di oltre 60 imprese.

Conferenza stampa tempio di adriano

Durante la conferenza stampa Domenico Merlani, presidente Camera di commercio Rieti Viterbo ha ricordato che questo progetto è nato da un’idea della Camera di Commercio che da tempo ha capito che investire sulle eccellenze territoriali aiuta il turismo e può essere una fonte di reddito per tutti anche perché promuovere le aziende significa capire che cosa c’è dietro a un prodotto.

L’invito dunque è quello di mettere in agenda una gita provare nuovi assaggi, ma anche cogliere l’occasione per visitare posti magnifici vicino Roma, non ultima Viterbo, città che tra l’altro sta registrando un forte incremento turistico, si parla del 23% che è oltre la media nazionale. Viterbo e i centri della Tuscia, inoltre, sono anche facilmente raggiungibili in giornata da Roma, questo aiutano anche sia il turismo romano – spingendo i viaggiatori e prolungare la presenza- ma anche il turismo del Lazio. 

Locandina assaggi Viterbo

Assaggi giunge alla terza edizione, non come una fotocopia di se stesso, ma come risultato di un evento di successo e di un percorso di crescita. In pochi anni Assaggi si è trasformato in un punto di riferimento per il nostro territorio, un’opportunità imprescindibile per mettere in risalto e scoprire le tantissime eccellenze della Tuscia. – ha dichiarato la sindaca di Viterbo, Chiara Frontini – Anno dopo anno questa manifestazione acquista sempre più rilevanza, trasformandosi in un evento da segnare sul calendario, un appuntamento imperdibile per gli operatori del settore e i semplici appassionati per scoprire i nostri tesori enogastronomici”.

Infine, dal 15 al 20 maggio sono in programma anche una serie di iniziative collaterali per un fuori salone, anzi Fuori Assaggi, che offrirà occasione per approfondire ulteriormente il patrimonio agroalimentare del Lazio grazie alle iniziative, tra cene a tema, degustazioni ed eventi, organizzati dalle imprese del territorio, non solo a Viterbo ma anche in altri centri della provincia.

Max Mariola

Il taglio del nastro di Assaggi è previsto per sabato 18 maggio alle ore 10.00 ed è stato affidato a Max Mariola, chef e conduttore televisivo, ma oltre al lui tanti nomi eccellenti, tra questi.

Tra gli appuntamenti in programma vi segnalo che il 18 maggio alle ore 16 in Piazza San Lorenzo verrà presentato il volume I Sapori della Tuscia – Viaggio Enogastronomico attraverso le Sagre e Feste di paese” di Antonio Castello che si propone come un utile vademecum per chi ama le sagre non solo dal punto di vista enogastronomico, ma anche per il loro interesse socio-culturale, folclorico e spettacolare.

E poi si parte dalle sagre e si scoprono tanti borghi e piccoli centri per una gita fuori porta nella Provincia di Viterbo, a proposito qui trovate tutti i 60 i paesi del territorio

Informazioni utili

A questo punto posso aggiungere che il programma completo dell’evento lo trovate sul sito ufficiale del salone e darvi le ultima informazioni utili.

  • Orari:
    • sabato 18 dalle 10 alle 21
    • domenica 19 dalle 11 alle 21
    • lunedì 20 dalle 10 alle 14 (riservato agli operatori del settore)
  • Biglietti
    • biglietto unico 5 euro se acquistato on line o acquistati sul posto 7 euro. I biglietti saranno poi convertiti in un buono acquisto dal valore di 5 euro da utilizzare per acquisto presso i banchi dei produttori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *