Bandiera del Kazakistan, storia e significato

La bandiera di oggi è quella del Kazakistan. Si tratta di una bandiera azzurra con un sole giallo e alcuni simboli – dei quali tra poco vi dirò il significato – che si rifanno alla lunga storia del Kazakistan.

bandiera Kazaka

Breve storia della bandiera del Kazakistan

Iniziamo col dire che questa bandiera è stata adottata nel 1992, per l’esattezza il 4 giugno. A disegnare la bandiera fu Shaken Niyazbekov e il suo progetto, prima di essere scelto, dovette competere con altri 600 circa. Un artista kazako conosciuto per aver disegnato la bandiera del Kazakistan, ma nel suo curriculum è annoverato anche il restauro dell’Hermitage, al quale partecipò quando era studente a college artistico industriale dell’allora Leningrado (oggi San Pietroburgo)

bandiera  kazakistan

L’attuale bandiera kazaka sostituisce una serie di bandiere legate al periodo in cui il Kazakistan fu una delle Repubbliche Sovietiche. Singolare e il fatto che nonostante il Kazakistan ci sia reso indipendente il 16 dicembre del 1991 il paese per sei mesi continuò ad utilizzare la bandiera con la faccia e martello, l’ultima di quelle del periodo sovietico che era in vigore dal 1953.

Facciamo ora un passo indietro nella storia della bandiera del Kazakistan, l’azzurro è un colore arrivato solo in tempi recenti, prima il colore dominante non era l’azzurro, ma il rosso. A partire dal 1937, dopo la conquista sovietica, sulla bandiera rosse era riportata la falce e martello e il nome del Paese scritto nella doppia lingua: kazako e russo.

I colori della Bandiera del Kazakistan

L’attuale bandiera del Kazakistan si riconosce subito per il colore azzurro cielo sul quale al centro è raffigurato un sole dorato con 32 raggi sotto il quale vola un’aquila della steppa, entrambi di colore giallo. Dello stesso colore, sul lato sinistro è raffigurato un ornamento decorativo che riprende le tradizioni artistiche e culturali del vecchio khanato del popolo kazako.

Significato dei colori e dei simboli

Due colori, il giallo e l’azzurro, ciascuno dei quali ricco di significato:
l’azzurro è il colore che sta a rappresentare i vari popoli turchi che compongono la popolazione del Kazakistan (Tatari, Mongoli, Uiguri e altri) per i quali questo colore ha un significato religioso, ovvero il dio del cielo Gök-Tanry, l’eterno vasto cielo blu.

Altro significato dell’azzurro, nella bandiera kazaka, è quello che esso rappresenti da un lato i cieli del Paese e dall’altro è  simbolo di benessere, pace, libertà e la serenità del cielo.

Un significato che ben si lega anche a quello del termine “kazako” una parola turca che vuol dire “indipendente, spirito libero e descrive la cultura nomade dei cavalli dei nativi.

Valore simbolico, ma anche storico quello legato all’aquila dorata, il berkut, che ricorda l’impero di Gengis Khan, il quale, nel periodo in cui governò il Kazakistan, aveva nel suo vessillo proprio un’aquila. Da ricordare anche che la tradizione della falconeria – praticata in molti Paesi compreso il Kazakistan – è patrimonio immateriale Unesco

Il sole è invece simbolo di abbondanza – da notare la forma dei 32 raggi che ricordano quella delle spighe di grano stilizzate – ma anche ricchezza, vita ed energia e non ultima la sovranità e l’indipendenza del Paese. Infine la fascia decorativa laterale ricorda l’arte, la cultura e le tradizioni culturali del Kazakistan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *