Circo Maximo Experience, torna in orario serale

Circo massimo

Grazie alla tecnologia di Circo Maximo Experience i turisti, ma soprattutto i romani, hanno ora l’occasione di vedere con occhi nuovi uno dei siti archeologici più rappresentativi della città e in un certo senso meno considerati eppure è uno dei luoghi più significativi della storia della città.

Dal 1 al 30 settembre Circo Maximo Experience riapre al pubblico in serale

Dopo il successo delle 22 serate legate alla stagione estiva del Teatro dell’Opera al Circo Massimo ecco che la realtà virtuale e aumentata di Circo Maximo Experience torna per per tutto il mese di settembre per offrire al pubblico la possibilità di vivere, ancora una volta, un’esperienza immersiva e assistere ad uno spettacolo unico e straordinario.

Il Circo Massimo, una piazza verde

Per noi romani il Circo Massimo più che un sito archeologico è sempre stato una grande piazza verde, dove fare jogging, rilassarsi al sole, assistere a concerti ed eventi (dal Capodanno ai festeggiamenti per l’ultimo scudetto della Roma ed ora arriva anche la stagione estiva dell’opera che ha lasciato le Terme di Caracalla per il Circo Massimo).

Il Circo Massimo è sempre stato lì: si costeggia per raggiungere il lungotevere, si ammira dal Palatino, ma è quasi dato per scontato.

Circo Maximo Experience la tecnologia al servizio della storia

Le cose però stanno cambiando. Circo Maximo Experience rappresenta l’ultima tappa di un percorso, avviato negli ultimi decenni, per restituire al Circo la sua antica dignità: l’area è stata risistemata e nuove indagini archeologiche hanno permesso di ottenere una conoscenza sempre più approfondita della storia di questo incredibile monumento, che, per secoli, è stato l’emblema della grandezza di Roma.

Circo massimo veduta

Ecco allora che adesso quella grande piazza verde da circa un anno ha iniziato a raccontarci in prima persona la sua storia e a reclamare il suo passato glorioso. Una storia iniziata ancora prima che il Circo Massimo fosse costruito, quando era solo la Valle Murcia – il luogo dove avvenne il ratto delle Sabine – fino alla costruzione del Circo. Prima semplice costruzione in legno, poi in muratura con i fasti dell’età imperiale. Scopriremo poi anche cosa accadde anche dal periodo medievale fino ai primi decenni del ’900.

archeologia circo massimo

Tutto questo grazie ad un percorso itinerante che può essere fruito in un arco di tempo che va dai 40 agli 80 minuti. Circo Maximo Experience è disponibile in sei lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo e ovviamente italiano) che si serve delle moderne tecnologie.

Circo maximo experience

Si tratta di un progetto all’avanguardia che implementa tecnologie interattive di visualizzazione mai realizzate prima in un’area all’aperto di così ampie dimensioni.

Per iniziare la vostra Circo Maximo Experience vibasta indossare l’apposito visore ed ecco che il Circo Massimo sarà pronto a mostrarvi tutte le fasi storiche di quest’area.

vivere l'archeologia

Come funziona Circo Maximo Experience

Il viaggio nel tempo e nella storia del Circo Massimo è resa possibile grazie all’utilizzo di visori di tipo Zeiss VR One Plus accoppiati ad un iPhone. A completare il tutto degli auricolari auricolari stereofonici, grazie ai quali ascoltare non solo la narrazione (che nella versione italiana ha le voci degli attori Claudio Santamaria e Iaia Forte), ma anche di vivere un’esperienza in otto tappe – unica nel suo genere – di fruizione di un sito archeologico.

realtà virtuale

Il viaggio virtuale nella storia del Circo Massimo vi mostrerà come l’antica Valle Murcia si vada pian piano arricchirsi di costruzioni, primo fra tutti all’imponente Arco di Tito, alto circa venti metri.

ricostruzione antiche botteghe

Scoprire la vita del Circo, compreso il dietro le quinte delle botteghe del tempo – luoghi molto frequentati non solo in occasione degli spettacoli dove si svolgevano le varie attività commerciali per soddisfare ogni necessità dei visitatore – e non ultimo assistere a una emozionante corsa di quadrighe tra urla di incitamento e capovolgimenti di carri, fino all’incoronazione del vincitore.

tribuna imperiale

Queste le 8 tappe in cui si articola il percorso:

  • la Valle e le origini del Circo
  • il Circo da Giulio Cesare a Traiano
  • il Circo in età imperiale
  • la Cavea
  • l’Arco di Tito
  • le botteghe (tabernae)
  • il Circo in età medievale e moderna
  • “Un giorno al Circo”

Le varie tappe sono segnate da indicazioni ben visibili e da pannelli introduttivi. Al visitatore poi basterà posizionarsi nell’area contrassegnata da due triangoli rossi per trovarsi in piena Circo Maximo Experience.

Circo Maximo

A quel punto tutto intorno cambia, perché farete un balzo indietro nel tempo. Non state fermi con lo sguardo, esplorate lo spazio che vi circonda e vivrete un’esperienza straordinaria.

circo massimo

Non c’è un momento migliore degli altri per vivere questa esperienza. L’applicazione è stata concepita per poter funzionare indipendentemente dalle variazioni di illuminazione giornaliere.

Non fruibile con la pioggia

Unico limite i giorni di pioggia, che non rendono possibile fruire dell’esperienza. A parte questo ogni modo momento è buono per scoprire il volto segreto del Circo Massimo grazie ad una serie di ricostruzioni del sito, realizzate con accuratezza scientifica e in grado di vivere a pieno una fruizione sia di realtà virtuale che aumentata in modalità stereoscopica.

ricostruzione circo massimo

Il progetto Circo Maximo Experience è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, organizzato da Zètema Progetto Cultura e realizzato da GS NET Italia e Inglobe Technologies, mentre la direzione scientifica è a cura della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Non c’è due senza tre

Con Circo Maximo Experience diventano tre i progetti di valorizzazione del patrimonio archeologico attraverso esperienze immersive e multimediali. Gli altri due sono il progetto“Viaggi nell’antica Roma”, al Foro di Augusto e di Cesare (quest’anno è attivo solo il primo percorso) e il racconto in realtà aumentata e virtuale L’Ara com’era” al Museo dell’Ara Pacis.

L’ingresso è contingentato

La riapertura dei Circo Maximo Experience in orario serale arriva dopo una chiusura di mesi dovuta all’emergenza Covid. Ora le visite riprendono ma con le dovute cautele, primo fra tutti l’ingresso contingentato, che prevede un massimo di 7-8 persone ogni quarto d’ora. Prima di accedere all’area ai visitatori sarà misurata la temperatura con termo-scanner. Si raccomanda a tutti di mantenere la distanza di sicurezza sia all’interno dell’area che in attesa di entrare. Per tutti è disponibile del gel igienizzante per le mani.

circo maximo experience

Circo Maximo Eperience, orari e biglietti

Circo Maximo Experience, versione serale è fruibile da dal 1 al 30 settembre dal martedì al sabato con il seguente orario

  • dal 1-12 settembre dalle ore 17 alle 20
  • 15-30 settembre dalle ore 16 alle 19
Circo Maximo Experience
Ingresso da viale Aventino

Biglietto “Circo Maximo Experience” (visita multimediale)

  • intero 12 euro
  • ridotto 10 euro (per i gruppi di minimo 10 persone e con MIC Card).

Per i possessori della MIC card e della Roma Pass è previsto il biglietto d’ingresso ridotto

Biglietto area archeologica (visita non multimediale)

  • Intero 5 euro; ridotto 4 euro per i non residenti
  • Intero 4 euro; ridotto 3 euro per i residenti

Ingresso gratuito per i possessori di MIC card

Dove acquistare i biglietti Circo Maximo Experience

I biglietti possono essere acquistati direttamente sul posto e nei Tourist Infopoint. Chi preferisce fare l’acquisto in anticipo può farlo tramite:

bambini circo maximo experience

L’uso dei visori ai bambini di età inferiore ai 13 anni è consentito solo dietro liberatoria firmata dai genitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *