La mostra Canova apre anche la sera

Metti una sera al museo e goditi la bellezza. Anzi l’Eterna Bellezza quella della mostra di Canova allestita presso il Museo di Roma a Piazza Navona fino al 15 marzo.

Il successo della mostra ha superato ogni aspettativa. Dal 9 ottobre, giorno dell’inaugurazione, ad oggi ha superato i 90mila visitatori e l’interessa non accenna a diminuire. Ecco allora che – per soddisfare le richieste – è stato deciso a partire da oggi un orario prolungato nelle giornate di sabato e domenica fino alle ore 22,00 con chiusura delle biglietteria alle 21,00.

Sei ore in più ogni settimana – l’apertura ordinaria quotidiana va dalle 10 alle 19 – che proseguiranno tutti i weekend.

canova mostra

Per chi ancora non lo sapesse in mostra sono esposte oltre 170 opere provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private di Canova che comprendono anche esemplari di artisti a lui contemporanei.

La mostra è articolata in 13 sezioni che raccontano l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779. Molto curato l’allestimento che punta a regalare al visitatore la stessa calda atmosfera con la quale Canova a fine Settecento mostrava le proprie opere di notte, grazie alla luce delle torce, agli ospiti del suo  atelier di via delle Colonnette.

canova mostra

Oggi non ci sono torce, ma ricercate soluzioni illuminotecniche che ne ricordano l’effetto. La mostra, realizzata in collaborazione con l’Accademia Nazionale di San Luca e con Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno. è curata da Giuseppe Pavanello ed è promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, prodotta dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Arthemisia, e organizzata con Zètema Progetto Cultura.

Il giusto omaggio ad uno scultore che fu a Roma il più importante del suo periodo e che diede un forte contributo nella gestione e nella salvaguardia del patrimonio artistico.

I possessori della MIC card hanno diritto a visitare la mostra pagando un biglietto d’ingresso ridotto

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *