Dormire a Tulum, le cabanas del Diamante K

Se durante il vostro viaggio in Messico fate tappa a Tulum, quando cercate dove dormire lasciate perdere gli alberghi e scegliete una cabana sulla spiaggia. Sicuramente non avrete degli stessi comfort di un albergo, ma l’esperienza è veramente imperdibile.

Dormire in una cabana

Dormire a diamante k tulum

Le cabanas di Tulum sono un tipico alloggio molto apprezzato tra i turisti. Possiamo dire una sorta di evoluzione di quello che un tempo erano le capanne degli indigeni.

Non si tratta di capanne sperdute, ma parte di un complesso turistico ben organizzato. Anche le stesse cabanas possono essere di tipo diverso, le più semplici a quelle più elaborate.

Diamante K, io a Tulum ho dormito qui

A Tulum avevo prenotato al Diamante K, che mi era sembrata una buona struttura. Arrivata a Palenque ho incontrato dei ragazzi italiani i quali, appena hanno saputo che a Tulum sarei andata a dormire al Diamante K, me ne hanno parlato malissimo. No, non ci erano stati, avevano solo letto delle recensioni negative. Anzi anche loro in un primo momento a Tulum volevano dormire lì, ma poi hanno scelto di cambiare struttura.

Lo ammetto, non è da me, ma mi sono lasciata suggestionare dai loro commenti. Era tardi per fare qualcosa in quel momento, così una volta arrivata a Tulum ho provato a cercare in altre strutture, ma nessuna mi convinceva.

diamante k tulum

Così sono andata a visionare di persona il Diamante K e ho trovato quello che mi aspettavo fin dall’inizio: un piccolo paradiso e così ho confermato la mia prenotazione. Le cabanas sono dei semplici bungalow sotto alte palme e dalle camere si gode la vista del mare. Senza contare che io avevo una cabana de arriba, praticamente al piano di sopra. Da lì non solo la vista era migliore, ma sembrava di essere nel film Paradise. La cabana aveva un’ampia stanza che terminava con una terrazza sul mare, il letto era appeso a delle funi, tipo altalena, era era avvolto in una zanzariera bianca.

Dove Dormire a tulum: diamante k

La parete di fondo, quella verso il mare non c’era, era aperta, giusto due tende, e questo consentiva all’aria fresca della sera di mitigare naturalmente il caldo di agosto. Direi perfetto che per chi come detesta l’aria condizionata.

Felice io

Il bagno non era grandissimo, ma funzionale.

Non tutte le cabanas sono uguali, ce ne sono di livelli (e prezzi) diversi. Chi vuole spendere un po’ meno può optare per delle sistemazioni di più spartane con bagno esterno in comune. Ma vi assicuro che il piacere di aver dormito nella mia cabana de arriba non ha prezzo.

Il personale del Diamante K si è mostrato gentile e disponibile, sempre pronto a venire incontro ad eventuali esigenze.

Nell’area centrale c’è un ristorante, buono, anche se noi il più delle volte abbiamo scelto di cenare fuori.

Una spiaggia da sogno

Il Diamante K dispone anche di una spiaggia privata con tanto di sdraio, sedie e amache.

Spiaggia tulum

Il Diamante K poi hai un’ottima posizione, direttamente sulla spiaggia bianca immacolata di Tulum (quando sono andata io non c’era il fenomeno delle alghe di cui si parla spesso). Qui abbiamo trascorso alcuni giorni in pieno relax, consentendoci anche di riposarci delle fatiche del viaggio, di cui il mare per noi rappresentava l’ultima tappa (dopo Tulum abbiamo trascorso qualche giorno anche a Isla Mujeres). Dalla spiaggia in lontananza, ma non troppo, si vede il sito archeologico di Tulum, raggiungibile con una passeggiata di 15-20 minuti.

tulum dalla spiaggia

Emozioni messicane

Qui ho vissuto una delle più belle emozioni messicane del viaggio. Una sera di luna piena, su questa spiaggia, poco lontano dal Diamante K, ho visto una enorme tartaruga marina che aveva appena deposto le uova e si apprestava a tornare in acqua

E le recensioni negative? Abbiamo poi scoperto che erano opera di una cameriera che era stata licenziata perché sorpresa a rubare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.