Organizzare un viaggio fai da te a Dubai, consigli utili

La cosa che più mi sorprende di Dubai è il fatto che sia una città in continua evoluzione, tornare a distanza di poco tempo ti fa trovare una città per certi aspetti nuova, ecco perché organizzare un viaggio verso questa destinazione è sempre una buona idea e con un po’ di accortezza scoprirete che optando per un fai da te può essere anche economico.

Dubai hotel

Perché organizzare un viaggio a Dubai

A chi dice che è una città finta dove non c’è niente da vedere rispondo sempre che è una città moderna e avvenirista dove, al contrario, e che a Dubai c’è tanto da fare e da vedere.

Dubai è una città dalle architetture che sfidano il cielo, con uno skyline fatto di edifici altissimi e talvolta dalle forme molto originali.

Per apprezzare al meglio la città vi suggerisco di partecipare ad una visita guidata in italiano che include gli edifici più significativi della città

dubai fai da te

Quando andare a Dubai

La prima cosa da prendere in considerazione quando si sceglie di organizzare un viaggio, non importa se sia organizzato oppure fai da te, è la scelta del periodo, il migliore sicuramente è l’inverno. Partire per Dubai nei mesi invernali consente di fuggire dalle fredde temperature delle nostre città e trovare il caldo a poche ore di volo. Buono come periodo anche l’inizio primavera, considerate però che già a maggio le temperature toccano di 38 gradi.

dubai marina

Dubai ha temperature massime annuali che vanno dai 25 ai 41 gradi circa. Anche se in alcune situazioni possono essere più alte o più basse quanto alla pioggia possiamo dire che praticamente non piove mai. Vi dico solo che in un anno i giorni di pioggia sono 25 e che il periodo più piovoso è quello che va da gennaio a marzo, con 17 giorni complessivi di precipitazioni. Fa caldo, ma non molto più di quanto possa essere in Italia, e non piove.

dubai capodanno

Anche se l’inverno è un ottimo periodo sappiate che a Capodanno la città è davvero molto affollata con la conseguenza che è meno facile trovare alloggi a prezzi ragionevoli, lo so bene perché sono stata ben due volte a Dubai a Capodanno.

Come scegliere i voli

Un volo diretto per Dubai può essere molto caro, esistono alternative low cost con uno o due scali.

aereo vista

Fare Scalo però può significare viaggi eccessivamente lunghi con combinazione di compagnie aeree diverse non collegate fra loro, il che in alcuni caso può comportare la necessità di fare il visto. Inoltre se tra un volo e l’altro non c’è molto tempo si corre il rischio di perdere il volo successivo senza protezione (questo succede non succede se i voli sono stati acquistati insieme con un’unica prenotazione).

aereo etihad

Questo non significa che non ci siano voli diretti per Dubai ad un prezzo conveniente, ma in alcuni periodi le tariffe salgono. Una buona soluzione potrebbe essere quella di scegliere sempre un volo diretto, ma con destinazione Abu Dhabi, tra l’altro una destinazione servita anche dalla compagnia low cost Wizz Air.

L’aeroporto di Abu Dhabi si trova a circa 35 chilometri dal centro città ed collegato a Dubai – che dista circa 140 km – con un servizio navetta gratuito. Stesso servizio è offerto anche da alcune compagnie aere come Etihad Airways ed Emirates.

strade di dubai

In alternativa è sempre possibile muoversi in taxi oppure noleggiare una macchina, opzione questa che vi sconsiglio perché muoversi in auto a Dubai è poco pratico: ci sono strade anche a 8 corsie (se salti un’uscita sei finito), i parcheggi sono a pagamento e serve la patente internazionale. La prima volta che sono andata avevo l’auto a nolo, ma alla fine ho preferito lasciarla nel garage dell’hotel e muovermi in metropolitana, la seconda volta invece ci ho proprio rinunciato in partenza.

metropolitana

Da valutare anche l’acquisto di pacchetti volo + hotel, che in alcuni casi possono avere un prezzo molto vantaggioso. Insomma, non esiste una regola precisa, ma una serie di indicazioni che possono aiutarvi a trovare la tariffa migliore di quel particolare momento.

Quanti giorni servono per visitare Dubai

A Dubai ci sono molte esperienze da fare e cose da vedere, il mio consiglio è quello di organizzare un viaggio di almeno 4-5 anche se una settimana sarebbe una durata perfette anche perché vi consente anche di programmare un’escursione di intera giornata ad Abu Dhabi, senza contare che se optate per un volo Italia Abu Dhabi potete anche dedicare i primi o gli ultimi giorni a questa città

Quali documenti servono per andare a Dubai

passaporto

Per l’ingresso a Dubai à necessario il passaporto che non solo deve (ovviamente) essere in corso di validità, ma deve avere anche una validità residua di almeno 6 mesi. Per un viaggio breve, per i cittadini europei, non è richiesto il visto d’ingresso, quindi al vostro arrivo non mettetevi in fila al banco visti, a meno che il vostro soggiorno superiori i 90 giorni. Sul passaporto vi sarà apposto – dall’addetto controllo passaporti – un semplice timbro di entrata e uscita. Infine per chi vuole guidare serve anche la patente internazionale e non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria.

Assicurazione di viaggio

Una volta prenotato il volo, quindi con una certezza di date, è importante stipulare un’assicurazione di viaggio. Questo è un passaggio importante per organizza un viaggio fai da te, che si a Dubai che altrove.

vista di dubai

A volte non ci si pensa, anche perché chi parte con un viaggio organizzato ha sempre l’assicurazione inclusa e non sempre riflette sull’esigenza di stipularne una. Premesso che per gli Emirati Arabi non è obbligatoria, non bisogna dimenticare che le strutture sanitare sono molto efficienti, ma anche che le cure mediche possono essere piuttosto costose, inoltre l’assicurazione protegge anche da possibili altri imprevisti che potrebbero (si spera sempre di no) accadere in corso di viaggio, compresa la perdita o furto del bagaglio, eventuali emergenze mediche che potrebbero costringervi ad una soggiorno forzato o al contrario interrompere o cancellare il viaggio.

assicurazione


Quindi partire assicurati è sempre fondamentale, vi ricordo che grazie ad una partnership tra il mio blog e l’assicurazione Heymondo i miei lettori possono beneficiare di uno sconto del 10 per cento sulla polizza. Che poi parte in famiglia o più genericamente in gruppo ha diritto a un altro 15 per cento di sconto.

Cosa mettere (e non mettere) in valigia

Abiti leggeri (ma evitate capi troppo succinti), qui fa sempre caldo, scarpe comode, cappello, occhiali da sole, oggetti personali. Attenzione però a non sottovalutare l’escursione termica: è necessario anche un giacchetto per la sera e per sopportare l’aria condizionata.

dubai valigia

Tra i capi irrinunciabili c’è il costume da bagno, da utilizzare in spiaggia o nelle piscine degli hotel, ricordate però che mettersi in topless è vietato. Inoltre che maglietta e pantaloncini possono andar bene in spiaggia, ma che con questo abbigliamento in molti luoghi, centri commerciali compresi, non potete accedere.

burj al arab

Mettete sempre in valigia qualche abito lungo e non dimenticate di portare sempre con voi una pashimina o un foulard pesante, questo vi sarà utile sia se dovete entrare in luoghi di culto, ma anche per difendervi dall’aria condizionata. Se poi pensate di provare la pista da sci indoor del Mall of the Emirates allora in valigia mettete anche un paio di guanti, un berretto e una sciarpa, tutto il resto lo potete noleggiare sul posto.

Il consumo di alcool ha diverse restrizioni, anche se è consentita l’importazione di 4 litri di alcool, questo può essere consumato pubblicamente solo in bar e ristoranti provvisti di apposita licenza.

Utile un adattatore a tre di tipo inglese, anche se molti hotel hanno anche la presa a due come la nostra. La corrente elettrica è a 220. Telefonare in Italia costa caro, meglio comprare, prima di partire, una scheda telefonica internazionale, meglio una e sim voce e dati.

cellulare

Medicinali in viaggio

Quando si viaggia è buona norma portare con sé una piccola farmacia, questo però in alcuni casi potrebbe essere problematico. Esistono infatti dei medicinali che non possono essere introdotti negli Emirati Arabi. 

medicine


Allora per andare sul sicuro è bene intanto controllare quali farsi rilasciare una ricetta medica redatta però in lingua inglese con tutte le indicazioni riferite anche alla posologia, in casi specifici invece è richiesta un’autorizzazione preventiva, maggiori informazioni le trovate sul sito viaggiare sicuri, nella sezione “situazione sanitaria”. 

Una destinazione sicura

Un fattore che spesso scoraggia chi vuole organizzare un viaggio fai da te è il timore dei pericolo che si possono incorrere, non tanto quelli legati agli imprevisti, quanto alla possibile pericolosità della destinazione. Da questo punto di vista potete stare tranquilli perché Dubai è una meta piuttosto sicura. Il tasso di criminalità è molto basso e questo è dovuto anche alle pene severe – molto più di quanto siamo abituati in Italia e più in generale in Europa – che riguardano anche i cosiddetti reati minori. Ciò però non si significa che non bisogna prestare la dovuta attenzione a prevenire furti e scippi.

skyline dubai

Per ogni esigenza, che può essere anche il semplice smarrimento di un cellulare, a Dubai potete contattare la Polizia turistica chiamando il numero 901, gratuito e disponibile 24 ore su 24 o in alternativa tramite e-mail (touristpolice@dubaipolice.gov.ae) e per non farsi mancare niente esiste anche l’app Dubai Police. Un’attenzione verso il turista che da sola è una garanzia.

Dove alloggiare

Se c’è una cosa che a Dubai non mancano sono gli alberghi e non è vero che una vacanza a Dubai sia costosa, ci sono hotel per tutte le tasche, si va dagli hotel si super lusso a sistemazioni economiche, ma comunque dignitose. In ogni caso prenotare con un certo anticipo consente di avere prezzi migliori, per chi invece si riduce all’ultimo potrebbe avere la fortuna di trovare camere rimaste invendute che, sotto data, vengono messe in vendita con un forte sconto.

hotel a dubai

Sicuramente per molti il prezzo è importante, ma la prima cosa da guardare è la posizione, molto meglio che sia a pochi minuti a piedi da una stazione della metropolitana. Avrebbe poco senso risparmiare sulla camera e poi dover essere costretti ad usare spesso il taxi. Quindi molto meglio scegliere un albergo o un appartamento non lontano da una fermata della metropolitana, che è il mezzo migliore per muoversi in breve tempo e raggiungere i principali punti di interesse della città.

Potete scegliere i vostro alloggio in una di queste zone, una scelta determinata non tanto dal prezzo degli alloggi, quanto dal tipo di viaggiatore che siete voi e dal genere di viaggio che avete in mente:

dubai marina
  • Dubai Marina: che come dice il nome è sul mare e consente di raggiungere facilmente anche la spiaggia libera. Questo è il quartiere preferito dai turisti occidentali, oltra alla spiaggia qui ci sono anche zone commerciali e diversi locali dove passare la serata.
dubai creek dowtown
  • Downtown: qui il mare non è dietro l’angolo, ma avete la certezza di essere in pieno centro vicino al Burj Khalifa e alla Dubai Fountain e al Dubai Mall.
fontana dubai
  • Bur Dubai: questo è quartiere storico di Dubai, vicino al Dubai Creek e alla zona dei bazar, la scelta migliore per chi a Dubai cerca anche le antiche tradizioni.
Dubai Atlantis
  • Palm Jumeirah: questa zona è fuori dal percorso della metropolitana, ma è luogo perfetto per chi cerca una sistemazione diversa e più di lusso, come quella offerta dal celebre dell’Hotel Atlantis. The Palm è un arcipelago artificiale fatto da tante isolette e quindi, inutile dire, che il mare è a portata di mano.
hotel Jumeirah
  • Jumeirah: questa è una zona costiera dove si trova una particolare concentrazione di hotel lussuosi, che vanno dalle 4 alle 7 stelle. Il Burj Al Arab (la vela), simbolo di Dubai, è anche l’unico hotel a 7 stelle del mondo.

Cosa fare e vedere a Dubai

Su cosa fare e vedere a Dubai c’è tantissimo da dire, non a caso gli ho già dedicato un articolo specifico, tenete però presente che a Dubai le cose cambiano in fretta e non è detto che nel giro di poco tempo si vanno ad aggiungere altre attività e cose da vedere. Me ne sono accorta io stessa nel mio viaggio secondo viaggio, fatto appena tre anni dopo il primo.

tramonto

In ogni caso tra le cose da vedere ci sono i due grattacieli simbolo di Dubai:

Il Burj Khalifa e il Burj Al Arab, Non basta vederli da fuori, che comunque è uno spettacolo, ma vanno visti dall’interno. Due attrazioni tutt’altro che economiche eppure i biglietti disponibili finiscono molto presto

at the top

Prenotando on line qui  potete provare ad assicurarvi i biglietti del Burj Khalifa al prezzo più conveniente. Anche in questo caso la prenotazione va fatta in anticipo, non serve che io vi dica che i biglietti più economici sono i primi a terminare. Se non si compra on line si può sempre prendere direttamente in biglietteria, pagando però il prezzo pieno, sempre se ne trovate di disponibili. Certo il costo è elevato, ma sappiate che si tratta di un’esperienza davvero unica. La prima volta che sono andata a Dubai ho rinunciato, proprio per il prezzo eccessivo, ma sentendo il racconto dei miei compagni di viaggio me ne sono poi pentita.

Occasione che non mi sono lasciata sfuggire la seconda volta che sono andata a Dubai e sono salita sulla terrazza più alta per ammirare il panorama della città da una posizione privilegiata.

Per chi invece vuole provare un’esperienza da 1000 e una notte c’è la possibilità di fare una visita guidata del Burj Al Arab, visita guidata con cocktail di benvenuto e caffe arabo con datteri.

Contanti o carte di credito?

Entrambi. Le carte di credito sono molto diffuse utilizzate sia per gli acquisti sia per ottenere degli anticipi di denaro. Per evitare però sorprese riguardo a possibili commissioni è bene informarsi presso l’assistenza clienti della compagnia emettitrice e soprattutto, prima di partire, controllate che sulla vostra carta si attiva l’opzione “Mondo“, opzione che in genere si può abilitare con un clic dalla app della vostra banca.

Come spesso accade è più conveniente cambiare in città piuttosto che in aeroporto, quindi al vostro arrivo cambiate solamente una piccola cifra quella per far fronte alle prime necessità.

Cambiare euro in dirham è molto facile si trovano infatti numerosi sportelli di cambio anche nei grandi centri commerciali, spesso aperti anche fino a tarda sera. 

Per i fumatori

Nel Paese è consentito importare massimo due stecche di sigarette e in ogni caso sappiate che è proibito fumare non solo nei luoghi di culto, nelle scuole e nei centri benessere e sportivi, ma anche in auto private alla presenza di bambini di età inferiore ai 12 anni. Quanto alle sigarette elettroniche anche il loro uso è limitato, sono infatti vietate negli uffici e negli spazi al chiuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *