I giovanissimi nel Lazio viaggiano gratis

“Lazio in tour gratis 16-18”

Non ho l’età è proprio il caso di dirlo.


La Regione Lazio in collaborazione con Trenitalia e Cotral ha lanciato oggi il Progetto “Lazio in tour gratis 16-18”, dedicato ai ragazzi tra i 16 e i 18 anni. Che offre ai ragazzi l’opportunità di viaggiare gratis per un mese per scoprire il territorio del Lazio.


A pagare i conti ci penserà la Regione che rimborserà Trenitalia e Cotral degli incassi mancati.

L’iniziativa prenderà il via domenica 15 luglio e si concluderà il 15 settembre.

Come aderire a Laziointour

Per avere diritto al ticket che dà il via libera alla circolazione su treni regionale di Trenitalia e pullman Cotral i ragazzi dovranno scaricare una app dedicata dal titolo “Laziointour”, una volta generato il titolo di viaggio questo sarà valido per 30 giorni consecutivi, vale a dire 720 ore da utilizzare per andare dove si preferisce.

A quel punto i ragazzi potranno iniziare il loro viaggio di scoperta del Lazio, dalle cinque città capoluogo di provincia fino a tutti gli altri dai 373 piccoli e medi comuni.


Penso a Cori, a Sermoneta,Castel Gandolfo, Genazzano, Ceri, Cerveteri, Maenza, Sperlonga, Tivoli con le sue due ville patrimonio Unesco e ancora i giardini i Ninfa, il Castelli Romani, Vetralla… non posso completare l’elenco, sarebbe troppo lungo. Quel che è certo è che, come diceva uno slogan, il Lazio è un’eterna scoperta

“È un invito ad usare il mezzo pubblico, il treno, l’autobus, a muoversi, a lasciare il divano di casa”.

 


Il lancio di Lazio in tour, oggi all’Auditorium

presentare l’iniziativa, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il governatore Nicola Zingaretti insieme all’Ad e Dg di Ferrovie dello Stato italiane, Renato Mazzoncini, all’Ad e Dg di Trenitalia, Orazio Iacono, al Presidente di Cotral Spa, Amalia Colaceci e all’assessore regionale alla Mobilità, Mauro Alessandri. Il tutto con una scenografia d’eccezione: un treno Rock di Trenitalia modello in scala 1:1 e un pullman bipiano della nuova flotta Cotral che sembrano scambiarsi un tenero bacio.


Per i ragazzi un modo per impegnare in modo utile le vacanze estive, almeno una parte, arricchendo il loro patrimonio culturale con un viaggio di scoperta di un territorio vicino, ma spesso ignorato.


Un lungo cammino inizia con un piccolo passo, disse Mao Tse Tung e in questo caso il viaggio inizia dietro casa, ma non è detto che non riservi grandi sorprese.


Lazio in tour 16-18 è dunque il modo migliore per esplorare il territorio del Lazio ricchissimo dal punto di vista storico naturalistico e culturale,  dal mare alla montagna,  dai siti archeologici ai piccoli borghi che fanno grande la regione.

Lazio, una regione dai grandi numeri

  • 7 siti Unesco
  • 37 aree archeologiche
  • 3 parchi nazionali (P.N del Circeo, P. N del Gran Sasso e Monti della Laga, P.N d’Abruzzo, Lazio e Molise)
  • 16 parchi regionali
  • 317 Musei archeologici, storici, artistici e specializzati
  • 17 Borghi più belli d’Italia
  • 362 km di costa
  • 6 meravigliose isole nell’Arcipelago Pontino (Ponza, Palmarola, Ventotene, Zannone, Gavi, Santo Stefano)

 


Quella presentata è un’iniziativa rivoluzionaria – ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – Ma la possiamo annunciare grazie al fatto che negli ultimi anni abbiamo lavorato sodo con Trenitalia e Cotral per avere nella regione un servizio di mobilità per i cittadini degno di questo nome. Ci siamo riusciti grazie alla rinascita di Cotral e all’arrivo del 83% di nuovi treni regionali. Questa iniziativa – ha aggiunto Zingaretti – è dedicata ai giovani del Lazio che diventano, anche grazie a questo provvedimento, i protagonisti di un nuovo percorso di crescita di conoscenza del territorio”.


E allora ragazzi, non perdete quest’occasione, partite perché conoscer il proprio territorio è conoscere una parte di se stessi. Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *