I ragazzi nel Lazio viaggiano gratis

Non ho l’età è proprio il caso di dirlo. Torna anche quest’anno l’iniziativa “Lazio in tour gratis 16-18” promosso dalla Regione Lazio in collaborazione con Trenitalia e Cotral, grazie alla quale i ragazzi tra i 16 e i 18 anni viaggiano gratis

L’iniziativa ha preso il via domenica 1 agosto e si concluderà il 30 settembre.

ragazzi viaggiano gratis

Come funziona Lazio in Tour

Una volta iscritti alla LAZIO YOUth CARD i ragazzi residenti nel Lazio viaggiano gratis per 30 giorni su tutti gli autobus Cotral e i treni regionali del Lazio di Trenitalia.

Con lazio in tour i ragazzi viaggiano gratis nel Lazio in pullman e treno

Si può così muoversi tra tutte e 5 le province del Lazio (Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo) e scoprire anche tutti gli altri 373 piccoli e medi Comuni, piccolo, ma che hanno comunque tante, tantissime attrattive, a a volta anche poco conosiute.

Un’occasione dunque per imparare a conoscere meglio la nostra bellissima Regione, soprattutto quest’anno che per molti si prospetta un’estate tutta italiana. E anche solo restando nel Lazio, dal mare alla montagna, dalle città alla collina, di bellezze da scoprire ce ne sono davvero tante

Plamarola

Il Lazio è una regione dai grandi numeri:

  • 7 siti Unesco
  • 37 aree archeologiche
  • 3 parchi nazionali (P.N del Circeo, P. N del Gran Sasso e Monti della Laga, P.N d’Abruzzo, Lazio e Molise)
  • 16 parchi regionali
  • 317 Musei archeologici, storici, artistici e specializzati
  • 17 Borghi più belli d’Italia
  • 362 km di costa
  • 6 meravigliose isole nell’Arcipelago Pontino (Ponza, Palmarola, Ventotene, Zannone, Gavi, Santo Stefano)
  • e tantissimi laghi, soprattutto di origine vulcanica, ma non solo.

A pagare i conti ci penserà la Regione che rimborserà Trenitalia e Cotral degli incassi mancati.

Ponza

Come aderire a Laziointour

Per avere diritto al ticket che dà il via libera alla circolazione su treni regionale di Trenitalia e pullman Cotral i ragazzi dovranno scaricare una app dedicata dal titolo “Laziointour”, una volta generato il titolo di viaggio questo sarà valido per 30 giorni consecutivi, vale a dire 720 ore da utilizzare per andare dove si preferisce.

Cosa visitare nel Lazio

Ninfa latina

Non è facile rispondere a questa domanda perché il Lazio ha davvero tanto da offrire. Io posso darvi qualche suggerimento, ma ci sono 5 città capoluogo di provincia e altri 373 piccoli e medi comuni tutti da scoprire.
Penso a Cori, a Sermoneta, Castel Gandolfo, che non solo è uno dei borghi più belli d’Italia, ma si affaccia anche su un grande lago balneabile, Ceri, Cerveteri, Maenza, Sperlonga, incantevole borgo bianco sul mare, Tivoli con le sue due ville patrimonio Unesco e ancora i giardini i Ninfa, il Castelli Romani, Gaeta, con il suo mare e le sue falesie tra i climber di tutta Italia… non posso completare l’elenco, sarebbe troppo lungo. Quel che è certo è che, come dice lo slogan, il Lazio è un’eterna scoperta

Cerveteri

Per i ragazzi un modo per impegnare in modo utile le vacanze estive, almeno una parte, arricchendo il loro patrimonio culturale con un viaggio di scoperta di un territorio vicino, ma spesso ignorato. Ora che i ragazzi viaggiano gratis, magari può essere anche l’occasione per i genitori per condividere una di queste esperienze di scoperta.

Un invito anche ad usare il mezzo pubblico, il treno, l’autobus, a muoversi, a lasciare il divano di casa. Cosa di cui, dopo il lungo lockdown dei mesi passati abbiamo tutti bisogno.

I ragazzi viaggiano gratis nel Lazio



Lazio in tour 16-18 è dunque il modo migliore per esplorare il territorio del Lazio ricchissimo dal punto di vista storico naturalistico e culturale, dal mare alla montagna, dai laghi alla collina, dai siti archeologici ai piccoli borghi che fanno grande la regione.

Un lungo cammino inizia con un piccolo passo, disse Mao Tse Tung e in questo caso il viaggio inizia dietro casa, ma non è detto che non riservi grandi sorprese.

betulle lazio

Circa 2 mila esercizi convenzionati

E a proposito di sorprese c’è anche una serie di agevolazioni che consentono di ottenere con sconti – che in alcuni casi che arrivano al 50%- non solo per mangiare e per dormire, ma anche per provare attività sportive, visite a complessi monumentali e non ultimi accessi ridotti agli stabilimenti balneari e termali. A proposito di luoghi convenzionati c’è anche l’ostello all’interno del Castello di Santa Severa.

E allora ragazzi, non perdete quest’occasione, partite perché conoscere il proprio territorio è conoscere una parte di se stessi. Buon viaggio!

Tutti i dettagli li trovate sul sito di visit Lazio nello spazio dedicato all’iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *