Il lavandeto di Roma

Ultimi giorni per visitare un bellissimo lavandeto di Roma in fiore: si appaga la vista e volendo anche il gusto perché è una specie particolare di pianta di lavanda che si può anche mangiare

Il lavandeto di Roma cornice

Come è nata l’idea di questo lavandeto? L’idea è nata un po’ per caso quando Francesca – che prima lavorava nell’edilizia – voleva realizzare un parco giochi per bambini, ma per farlo ha dovuto creare un’azienda agricola. Ok l’azienda agricola, ma coltivando cosa? Così, un giorno per caso, ha visto un video su YouTube di una signora che coltivava la lavanda e ne elencava le proprietà.

cartello del lavandeto

La lavanda in questione era la lavanda officinalis, una lavanda commestibile, che fino a quel momento nessuno aveva mai coltivato a Roma, anche perché normalmente cresce a un’altitudine di 600 metri. Ecco perché un campo di lavanda officinalis per Roma è stata vera novità, anche perché ancora poco conosciuta.

Lavandeto vicino al Divino Amore a Roma

Ed anche per questo motivo ci tiene molto ad aprire i cancelli della sua azienda – che è a conversione biologica- far conoscere al pubblico la pianta e le sue proprietà. Unico neo di questa produzione il fatto che la fioritura sia breve, appena un mese e così il 23 giugno arriverà il momento della raccolta e per la lavanda della sua trasformazione in l’olio essenziale e l’idrolato di lavanda. Chiude il campo di lavanda officinalis, per poi riaprire, i primi di luglio, un altro campo più piccolo dove Francesca coltiva la lavanda ibrida, che poi altro non è che la famosa lavanda Di Provenza.

@sullestradedelmondo Lo sapevate che a Roma c'è un #lavandeto? Lo trovate in un'azienda agricola in Via Giovanni Gregorio Mendel. A gestirlo Francesca che in questa intervista ci racconta tutto, compreso come è nata l'idea #romadascoprire #roma #lavanda #imparacontiktok @Il Lavandeto di Roma ♬ suono originale – Simonetta Clucher

Francesca non solo ama la lavanda, ma anche il colore viola, come si può vedere anche dal suo abbigliamento. Il lavandeto di Roma ha aperto le sue porte al pubblico per la prima volta lo scorso anno, anche se il progetto del lavandino è partito nell’ottobre 2021. E fu così che se prima non aveva mai avuto neppure una pianta di lavanda ora ne possiede ben tremila.

campo di lavanda a Roma

In uno dei chioschi del “lavandeto” si può assaggiare una buonissima bibita alla lavanda, nella versione con il limone. Non consigliamo invece la sangria che viene pubblicizzata come “sangria del contadino”, ma in realtà è una bevanda nel cartone acquistata al supermercato. A parte questo dettaglio (peccato perdersi in queste piccole cose) la giornata al Lavandeto è una bella occasione per grandi e piccini.

Prodotti da gustare

Ricordatevi di comprare i biglietti in anticipo, perché per evitare assembramenti e confusione in ogni giorno di apertura i posti sono limitati.

Il lavandeto di Roma si trova Via Giovanni Gregorio Mendel, snc in zona Divino Amore. Per maggiori informazioni potete consultare il sito internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *