Visitare il Var, tra natura, cultura, storia e buon cibo

Conoscete il dipartimento del Var, in Francia? Aspettate a dire di no, perché è quello che ho fatto io il giorno del workshop organizzato da Atout France e dal Var Tourisme per presentare alla stampa le novità 2024. Sapevo, o meglio credevo di sapere, solamente che è una zona dove si fanno attività all’aria aperta come kayak e arrampicata.

Francia il dipartimento del Var canoa

Poi mi hanno iniziato a chiedere se conoscevo Saint Tropez, Hyères, le Gole del Verdon, l’isola di Porquerolles e così via, a ogni domanda rispondevo di sì. Quindi ho capito che in realtà conoscevo il Var, sapevo che si trovava in Francia, ma semplicemente non sapevo collocarlo geograficamente e soprattutto facevo confusione con Provenza e Costa Azzurra. Senza rendermi conto che il Var è un dipartimento della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, quindi c’era poco da fare confusione.

Qualche notizia sul dipartimento del Var

Il Var si estende nel sud della Francia ed è molto apprezzato per il mare, per la sua varietà di paesaggi e per i villaggi provenzali dell’interno. Un territorio tutto da scoprire anche con il passo lento della bici grazie a 136 km di itinerari cicloturistici che si spingono fino a raggiungere anche i borghi medievali. 

Saint Tropez

Gli italiani amano molto questo dipartimento anche perché è facilmente raggiungibile dall’Italia, chi abita al Nord può facilmente utilizzare l’auto senza contare che i suoi aeroporti di riferimento, cioè Nizza e Marsiglia, hanno ben 47 voli settimanali di collegamento con l’Italia.

Sicuramente partecipare a questa presentazione mi ha aiutato a chiarire le idee e soprattutto a capire che ci sono tanti, anzi tantissimi, motivi per scegliere, in un viaggio in Francia, un soggiorno nel Var.

Il Var è anche Porquerolles una delle isole più belle della Francia

Iniziamo con il clima, il Var è un dipartimento che vanta ben 300 giorni di sole all’anno, decisamente un primato interessante per una zona con 400 chilometri di coste e 230 fra spiagge e calanche senza contare le isole, sono 5 isole e di queste Porquerolles è sicuramente la più famosa. Non solo mare perché il Var è anche tanta natura che include, tra le altre cose, un parco nazionale e due regionali.

panorama di saint tropez

Come accennavo prima il Var include anche alcune tra le più invitanti destinazioni francesi da Saint Tropez con lo spettacolare golfo – che non è solo costa, ma anche una dozzina di villaggi provenzali inseriti in panorami altrettanto interessanti – e poi la Provenza Mediterranea.

Var, le novità del 2024

Passaggio della fiamma olimpica e Olimpiadi 2024

Il Var e le olimpiadi di Francia

In questa cornice tanti gli appuntamenti in programma nel 2024 che ne fanno una di quelle mete imperdibili a cominciare dal passaggio della fiamma olimpica che dopo il suo arrivo a Marsiglia, lo scorso 8 maggio, è stato il primo dipartimento francese che attraversato nel viaggio verso Parigi. E per restare in argomento, è proprio in queste acque che si svolgeranno alcune delle gare olimpiche in programma, si perché ormai lo sapete che le Olimpiadi di Parigi 2024 si tengono un po’ in tutta la Francia, Oltremare compreso.

Sbarco in Provenza 80 anniversario

Altro evento importante che si celebra quest’anno è quello dell’ottantesimo anniversario dello sbarco di Provenza. Quando pensiamo alla seconda guerra mondiale sicuramente viene subito in mente lo sbarco in Normandia, pochi sanno invece che anche la Provenza nell’agosto del 1944 ho vissuto importante evento storico che ha portato alla liberazione della Francia.

Il Var ricorda lo sbarco in Provenza

E proprio per celebrare questi 80 anni, è stato predisposto un nuovo percorso turistico chiamato “Il Var 1944, le Strade della Libertà”. I turisti potranno così scoprire i luoghi e i momenti storici legati allo sbarco in Provenza, scoprendone i principali monumenti, musei, memoriali, relitti e siti di importanza storica, senza dimenticare spiagge e cittadine. Un vero e proprio viaggio indietro nel tempo che è reso più semplice grazie ad una nuova applicazione creata per l’occasione che include anche molte importanti immagini d’archivio. Previsto anche un calendario di eventi a tema in programma tra il 15 al 29 agosto 2024

Lago di Sainte Croix

50 anni del lago di Sainte Croix

Altro appuntamento da mettere in agenda sono le celebrazioni per i 50 anni del lago di Sainte Croix, un bacino artificiale che si è creato in seguito allo sbarramento del fiume Verdon, situato proprio lo sbocco delle Gole omonime, e che con il tempo è diventato un importante centro di attrazione turistica sul quale è possibile soprattutto in estate cimentarsi in numerose attività acquatiche. E sono numerosi gli eventi che dal 14 al 23 settembre sono in programma per l’occasione.

Var è anche molto di più

carta turistica del Var - Francia

Il Var è anche arte e buona cucina, d’altra parte Siamo in Francia e questo è inevitabile.
Nel dipartimento si contano oltre 30 musei e centri d’arte contemporanea – tra questi il recente Musée di Niel a Hyères- senza contare poi anche qualcosa come un centinaio di musei classici, luoghi culturali, monumenti. A proposito di arte contemporanea c’è da dire che questa non si trova solo chiusa all’interno dei musei, ma anche all’aria aperta con numerose installazioni nei giardini, negli spazi pubblici e persino nei vigneti.
Per chi come me ama i giardini, nel Var ne trova 13 giardini davvero speciali contrassegnati dal marchio di Jardin remarquables, ovvero giardino d’eccellenza.

Quanto alla buona cucina vi dico solo che nel Var troviamo ben 12 chef stellati, un’accoglienza di prestigio che include anche numerosi hotel a 5 stelle, incluse alcune nuove aperture.

3 cose da fare nel golfo di Saint-Tropez

  • 1) Visitare la Maison de la Nature che aprirà a giugno, situata nella località balneare di Cavalaire, che sarà un luogo dedicato alla sensibilizzazione all’ambiente dove troveranno posto attività didattiche, spazi per conferenze e non ultima un esposizione di foto del famoso fotografo francese Yan-Arthus Bertrand. Cavalaire è uno dei luoghi dello sbarco in Provenza ma anche il sito di immersione più popolare del Mediterraneo. Da qui inoltre sarà possibile partecipare a visite guidate nella vicina Maison Foncin
Port Grimaud
  • 2) Fare una gita al tramonto a bordo di una barca da pesca tradizionale (le pointu) con partenza da Port Grimaud, degustando vini del golfo di Saint Tropez in compagnia di un esperta enologa. Si tratta di imbarcazioni realizzate a mano da maestri d’ascia, ognuna rappresenta un esemplare unico. A Port Grimaud non dimenticate poi di fotografare le pittoresche, sono circa 2000, case dei pescatori l’estate multicolore
  • 3) A proposito di vini da non perdere una visita anche alle aziende che producono vini biologici situate a Grassin e a La Croix Valmer, potete anche partecipare a degustazioni sensoriali che includono anche una ad occhi bendati in grado di sollecitare meglio gli altri sensi come il gusto e l’olfatto e apprezzare meglio questa esperienza di degustazione

Le Var l’Unique

Con un’offerta così variegata e un clima così favorevole il Var è una meta per tutto l’anno e anche per questo uno degli obiettivi sui quali punta il Var è quello di allungare la stagionalità perché il Var è unico, come dice lo slogan che accompagna questa campagna: Le Var l’Unique

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *