Viaggio in Nepal i primi giorni

Il mio viaggio in Nepal è iniziato con una lunga, lunghissima attesa dei voli. Un inizio certo non dei migliori, ma poi partito alla grande. Tutto procedeva magnificamente e siamo stati molto impegnati tra visite ed escursioni.

gai jantra

Finalmente durante la tappa a Bakthapur sono riuscita a trovare il tempo per collegarmi e aggiornare il blog.

Bakthapur la vigilia del Gai Jantra,

Intorno a noi regna una confusione incredibile, il domani è in programma il Gai Jantra, una grande festa e oggi c’è una sorta di anticipazione. Le strade sono animate da una moltitudine di gente, venditori ambulanti e animali e tutto intorno si sente un gran vociare, suoni di campane tamburi e clacson.

Incredibile, solo ieri eravamo in un posto completamente diverso. Nagarkot tra le montagne, anche se qui le chiamano colline perché sono alte solo due mila metri. Dalla stanza del nostro albergo ci sarebbe la vista sull’Himalaya, peccato che in questa stagione le nuvole impediscono di ammirare il paesaggio.

Noi eravamo fiduciosi e questa mattina abbiamo puntato la sveglia alle 5. Fatica inutile le nubi non permettevano di vedere un bel niente e così sono tornata a letto.

sciamani

Non lascio però il Nepal senza aver visto qualche ottomila. Se con l’aereo e con la camera con vista mi è andata male, le cose sono andate diversamente con il volo panoramico.

Monte Everest

Il giorno 8 infatti altra levataccia, sempre alle 5, per andare in aeroporto per il mountain fly. Un volo turistico che segue le montagne e arriva fino all’Everest. Un esperienza mozzafiato!

La foto qui sopra raffigura proprio l’Everest con tutti i suoi 8848 m e l’ho scattata dalla cabina di pilotaggio! Ma del mio incontro con l’Everest e delle altre giornate vi racconto tutto meglio un’altra volta, oggi solo un assaggio.

One thought on “Viaggio in Nepal i primi giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.