Italo arriva ad Ercolano

Da Napoli ad Ercolano con ItaloBus

Ecco l’occasione buona per andare, finalmente, ad Ercolano.

Ancora pochi giorni e Italo Treno arriverà fino ad Ercolano grazie al servizio di Italo Bus, che dal 9 dicembre partirà dalla stazione di Napoli Afragola, con fermata in piazza Trieste, ad Ercolano.

Per i bus provenienti dalla stazione di Napoli-Afragola la fermata sarà alle 9,25. Corsa pomeridiana alle 17,40 per il bus che da Ercolano porta alla stazione.

Il tutto acquistando un unico biglietto valido sia per il treno che per il bus.

Un vantaggio sia per gli abitanti di Ercolano, che in questo modo saranno connessi con l’alta velocità sia per i turisti che vorranno raggiungere con maggiore facilità Ercolano per visitare il patrimonio artistico culturale della zona.

La novità è stata saluta con entusiasmo dal sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto il quale ricorda come la sua città accolga ogni anno oltre un milione di turisti. “Per questo il collegamento con l’Alta Velocità – ha detto il primo cittadino – rappresenta un’ulteriore testimonianza dell’interesse che questa città suscita sia a livello nazionale che internazionale per il suo straordinario patrimonio paesaggistico e culturale: dal Vesuvio al Parco Archeologico, dalle Ville Vesuviane del Miglio d’Oro fino al Museo Archeologico Virtuale. Con l’inserimento della nostra città tra le fermate del servizio Italobus – ha aggiunto il sindaco – viene confermata la sensibilità di Italo verso i viaggiatori desiderosi di visitare le attrazioni del nostro territorio, offrendo allo stesso tempo una nuova soluzione per chi si muove su tratte nazionali di medio e lungo raggio».

Un servizio che per Italo è motivo di orgoglio, come ha sottolineato Francesco Fiore, direttore Strategie e Sviluppo Prodotto di Italo il quale ha aggiunto che la Campania, come del resto tutto il Sud, risponde sempre molto positivamente alle nostre offerte intermodali ed è per questo che continuiamo ad investire qui: ad oggi infatti fra treno e bus serviamo 9 località campane».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *