La bandiera danese

La terza bandiera che ha caratterizzato il mio viaggio in Scandinavia è quella danese, conosciuta anche con il nome di Dannebrog, che significa “Panno Danese”.

Ancora una bandiera con un croce. Questa volta una croce bianca in campo rosso, leggermente spostata spostata verso l’asta.

La bandiera danese è un po’ la madre di altre bandiere adottata successivamente anche da Svezia, Norvegia, Finlandia e Islanda.
Una croce che richiama la storia medioevale, che la fa risalire agli stendardi dei crociati. Secondo la tradizione antica però la bandiera sarebbe di origine divina, sarebbe infatti caduta dal cielo durante la battaglia di Lyndanisse (nella zona dove oggi c’è l’attuale Tallinn). Secondo la tradizione il re Valdemar II, che era a capo dei crociati danesi, ebbe la visione di una croce bianca nel cielo. Per lui non c’erano dubbi, doveva essere un segno divino che lui interpretò come un presagio che stava a signicare che avrebbe dovuto attaccare gli estoni.
Il colore rosso della bandiera danese sta a significare il sangue versato in quella battaglia, ma al tempo stesso il cielo sul quale si stagliò la croce. Questa la leggenda, ma gli storici – che sono molto più pratici – la collegano più semplicemente agli stendardi dei crociati medievali.
 
È considerata la più antica bandiera nazionale usata senza interruzioni da uno stato sovrano.
Ed ora una curiosità. Qualcuno ha notato che nascota nel logo della Coca Cola ci sarebbe una bandiera danese nascosta. Una scoperta che è stata anche occasione di marketing per pubblicizzare la Daminarca come il Paese più felice al mondo. La campagna ha avuto come protagonoista un aeroporto. I passeggeri in arrivo erano accolti con una bandiera danese, ma non è tutto. C’era anche un totem della Coca Cola, con tanto di bandiera danese nascosta. E sulla bandiera la scritta “Welcome to the happiest country in the world” (Benvenuti nel Paese più felice del mondo). Insomma, le cose sono andate così: 

One thought on “La bandiera danese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *