La chiesa del Giubileo di Meier a Tor Tre Teste (Roma)

Mentre si avvicina a vele spiegate il Giubileo del 2025 voglio fare un passo indietro al grande Giubileo del 2000, in occasione del quale furono costruite nuove chiese a Roma, tra queste la maestosa Chiesa del Giubileo di Meier.

Chiesa Meier a Roma

Le chiese di Roma per il Giubileo

Quando si sceglie di fare un viaggio a Roma, soprattutto durante il Giubileo, è normale che i viaggiatori concentrino una parte del loro itinerario non solo a siti archeologici, musei, piazze, fontane, ma anche alle chiese. E di chiese a Roma non c’è che l’imbarazzo della scelta, è stato calcolato che la capitale vanti il primato mondiale di chiese, superando quota 900: si va delle chiese più antiche alle più moderne, con il risultato di essere una sorta di catalogo di stili architettonici e tesori artistici.

oggetti sacri

Basta creare un itinerario che – per ipotesi – punti solo sulle chiese romane per fare un viaggio attraverso le varie epoche, poiché ogni singola chiesa custodisce la sua parte di storia e di arte. La visita alle chiese è un’imperdibile esperienza per i turisti – soprattutto nell’anno giubilare – ma di fronte a una scelta così vasta, è facile concentrarsi sulle celebri chiese del centro storico. Tuttavia, basta spingersi nelle periferie per scoprire alcuni edifici religiosi contemporanei altrettanto affascinanti.

Chiesa di Meier a Tor Tre Teste

Tra questi spicca la Chiesa del Giubileo, dedicata a Dio Padre Misericordioso, progettata dall’architetto statunitense Richard Meier nel quartiere di Tor Tre Teste, nella zona Est di Roma.

Ma come è arrivato Meier a costruire una chiesa a Tor Tre Teste? Semplicemente vincendo il concorso internazionale che fu indetto dal Vicariato negli anni ’90, finalizzato proprio alla realizzazione di nuovi edifici religiosi per Giubileo del 2000. Non fu un’impresa facile, poiché dovette competere con rinomati colleghi come Tadao Ando, Gunter Behnisch, Santiago Calatrava, Peter Eisenman e Frank Gehry.

Chiesa Meier a Tor tre teste Roma

Il progetto di Meier si distingue per il suo gioco di spazi e forme: la chiesa appare come tre vele bianche, simbolo di una nuova era, come affermò lo stesso Meier presentandola a Giovanni Paolo II. La sua costruzione, durò circa 5 anni e sfidò le convenzioni, con pannelli prefabbricati che pesavano 12 tonnellate ciascuno, sollevati da una macchina speciale di 38 metri di altezza.

campanile

L’elemento dominante è il bianco, colore amato da Meier . per la sua capacità di riflettere tutte le sfumature della luce. Lo stesso colore bianco che Mejer ha utilizzato in altri importanti edifici in tutto il mondo, non ultimo il Museo dell’Ara Pacis di Roma.

Innovativa l’architettura di questa chiesa, ma anche i materiali utilizzati per la costruzione. Le vele, ad esempio, sono realizzate con un calcestruzzo autopulente che mantiene la loro candore nel tempo. Vele che originariamente dovevano essere conchiglie conficcate nel terreno, successivamente trasformate in vele e diventando il simbolo della Trinità.

vetrata della chiesa di Meier

Il bianco riflette la luce, una caratteristica distintiva di questo edificio che penetra attraverso le ampie vetrate, creando effetti luminosi particolari, soprattutto all’alba e al tramonto. All’interno, nonostante le forme esterne arrotondate, gli spazi sono piuttosto lineari, unendo simbolicamente il divino e l’umano.

interno chiesa del giubileo Meier

La chiesa ospita un Crocifisso del XVIII secolo e una torre campanaria con cinque campane armoniose. Sebbene Meier avesse concepito la chiesa come uno spazio aperto alla comunità, il sagrato è ora recintato, con orari specifici di apertura e cerimonie religiose regolari.

Chiesa di Tor Tre Teste

Come arrivare alla Chiesa di Dio Padre Misericordioso

La chiesa è facilmente raggiungibile dal centro di Roma tramite la Metro B fino alla stazione “Torre Maura”, seguita dalla linea Atac 556 fino alla fermata Tovaglieri/Olcese.

3 thoughts on “La chiesa del Giubileo di Meier a Tor Tre Teste (Roma)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *