Parco Kruger, qui comandano gli animali

Elefante

Siamo ancora al Parco Kruger e qui, non dimentichiamolo, sono gli aminali a comandare, lo avevamo già visto pochi giorni prima quando abbiamo incontrato un rinoceronte. Questa volta, il protagonista è stato un altro dei big five: un elefante. Insomma, solo qualche piccolo inconveniente, ma tutto è finito bene.  

Sapete che nel Kruger National Park ci si può muovere tra strade sterrate e asfaltate, ma non si può scendere dall’auto, è una delle regole del parco.   Il modo migliore per vedere gli animali è lasciare spesso la via asfaltata per percorrere le strade bianche.   Ma gli animali qui sono a casa loro e non sempre sono felici di incontrare noi.

Parco Kruger

 Così la pensava il grosso elefante che ad un certo punto ci ha sbarrato la strada agitando nervosamente le orecchie e avanzando verso di noi ogni volta che provavamo ad avanzare verso di lui. Abbiamo provato, atteso e riprovato, ma alla fine a battere in ritirata siamo stati noi. Con gli elefanti nervosi non si discute!   Si può invece aprire un dibattito, si fa per dire, con un altro big five: il bisonte.

kruger

A dire la verità davanti alla mandria di bisonti che ci attraversava la strada noi non abbiamo opposto alcuna resistenza, ci siamo fermati pronti a pagare qualunque multa per un eventuale uscita dal parco in ritardo, ma ad un certo punto è arrivata un’auto che procedeva in senso contrario e alla vista dei bisonti ha iniziato a strombazzare e ad interrompere il passo agli animali.   Noi abbiamo pensato che fosse matto, ma quando abbiamo visto che i bisonti lo lasciavano passare ci siamo fatti coraggio, abbiamo seguito il suo esempio e siamo passati e anche questa volta siamo riusciti ad uscire dal parco in tempo, evitando la multa.

Questa volta però, ma non diciamolo a nessuno, la nostra velocità per uscire dal parco poteva avere qualche conseguenza poco carina. Abbiamo rischiato di investire delle giraffe che improvvisamente ci hanno attraversato la strada.     Ma per fortuna tutto è andato bene e nessuno si è fatto male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.