Le balene di Hermanus

coda balena Uno dei posti più famosi del Sudafrica per avvistare le balene è Hermanus. Le balene sono grandi e non passano inosservate, così ad Hermanus hanno deciso di avere una persona incaricata di avvisare quando le balene si avvicinano alla costa. Una figura ben precisa chiamata whale crier. Le balene iniziano ad avvicinarsi alla costa durante l’inverno australe, quindi la nostra estate. La loro presenza per Hermanus è motivo di festa, ecco perché ne organizzano due dedicate a questi grandi cetacei. La prima si svolge in agosto per salutare l’arrivo delle prime balene e il secondo a settembre quando le balene sono in piena stagione degli amori e si avvicinano alla costa in gran numero per accoppiarsi.

Il bello del Sudafrica è che per vedere le balene non serve necessariamente fare un’escursione in barca: gli animali si avvicinano molto alla coste ed è facile vederli con i piedi a terra. Il perido degli avvistamenti va da da giugno a novembre, anche sei mesi considerati migliori sono quelli che vanno da luglio a ottobre, quando i cetacei cercano riparo nella baia per accoppiarsi e soprattutto per dare alla luce i piccoli.

Hermanus balena

Le balene più facili da avvistare sono: la balena australe, la megattera (quella che salta e mostra la coda) e la balena di Bryde.

Agosto è quindi un buon momento per andare ad Hermanus per le balene, ma noi siamo stati poco fortunati. Quella ad Hermanus è stata la gioranta peggiore di tutto il viaggio. Insomma, ad Hermanus non abbiamo avuto la stessa fortuna che abbiamo avuto a De Hoop. Di balene infatti se ne vedevano poche e solo in lontananza. Non avevamo fretta, avevamo tutto il tempo e la pazienza per aspettare un avvistamento migliore, a metterci lo zampino però è stato il meteo. Un violento e improvviso acquazzone ci ha costretto alla fuga. 

Questo per noi ha coinciso anche con un arrivo anticipato a Cape Town, ultima tappa di questo nostro viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.