Lungo la Via Francisca del Lucomagno

La Via Francisca del Lucomagno è uno dei cammini che partiva dal centro Europa e – che fin dal Medioevo – venivano utilizzati per raggiungere Roma. Prende il nome dal passo svizzero del Lucomagno, che era il modo più comodo per oltrepassare le Alpi.

La Via Francisca del Lucomagno

Il 2019 è stato l’anno dei cammini. Sono stati 12 mesi durante i quali c’è stata molta attenzione al grande valore di questo tipo di esperienze e sulla valorizzazione dei tanti cammini che ci sono nel nostro Paese.

Un percorso di 135 Km in 8 tappe

Tra questi anche la Via Francisca del Lucomagno. 135 Km tra Lavena Ponte Tresa (VA) e Pavia, divisi in otto tappe che possono essere percorsi in una settimana.

lungo La Via Francisca del Lucomagno

Un modo diverso per vivere una vacanza, muovendosi con il mezzo di trasporto più antico della storia: i piedi.

La via Francisca può essere percorsa da anche in bici, con tappe medie di 16 km, adatte anche a chi non è allenato;

Una settimana da vivere lentamente, alla scoperta di bellezze naturali e testimonianze storico-artistiche. Un tipo di esperienza economica, ma anche green e accessibile.

segnavia della Via Francisca del Lucomagno

Grazie ad un progetto di valorizzazione la via Francisca torna a vivere

Come è accaduto per diversi importanti cammini, prima fra tutti la via Francigena, anche quello della Via Francisca con il tempo era andato perduto. Ora però è stato riattivato, almeno nella parte italiana.

Tutto questo, grazie ad un progetto di valorizzazione, che ha visto il coinvolgimento di 9 realtà e 50 enti e la collaborazione con la Regione Lombardia, la Provincia di Varese e il sostegno del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale di Regione Lombardia.

Il risultato è stato quelli di dare “nuovamente vita non solamente ad un cammino storico ma anche facendo in modo – spiega Marco Giovannelli, coautore della guida edita da Terre di Mezzo – che i territori attraversati potessero essere attivati a loro volta».

Sacro Monte Varese
Sacro Monte di Varese

Il progetto include anche l’attivazione di una serie di convenzioni, la creazione di una rete di accoglienze e punti di riferimento per la distribuzione delle credenziali.

Percorso religioso ma anche culturale e naturalistico

Il risultato è quello di un “nuovo” vecchio cammino che può essere percorso non solo per motivi religiosi, ma anche commerciali, storici o naturalistici.

La Via Francisca del Lucomagno in estate

La Via Francisca del Lucomagno parte dalle sponde del lago di Lugano, attraversa 5 parchi naturali e costeggia laghi, fiumi e canali.

Un percorso verde, ma anche dal grande valore culturale e religioso. Lungo il percorso si toccano luoghi di grande interesse. Tra questi il Sacro Monte di Varese, il parco archeologico di Castelseprio, il borgo di Castiglione Olona, l’abbazia di Morimondo e il ponte coperto di Pavia.

basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

L’arrivo, dove viene consegnato anche il testimonium, è alla basilica di San Pietro in Ciel d’Oro dove è custodita la tomba di Sant’Agostino.

basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Una vacanza a budget contenuto, grazie alle oltre 40 strutture ricettive – in grado di ospitare più di 600 pellegrini – che offrono alloggio a prezzi calmierati.

ostello lungo la Via Francisca del Lucomagno

Inoltre per raggiungere la Via Francisca è possibile utilizzare il treno. Anche in questo caso il risparmio è garantito grazie da una convenzione con Trenord che garantisce uno sconto del 10% di sconto sui biglietti. Agevolazione valida sia per l’andata che per il ritorno, riservata proprio a chi sceglie di percorrere la Via Francisca.

segnaia Via Francisca del Lucomagno

Il visitatore lungo il percorso può contare su un migliaio di segnavia che ne segnano l’intero tracciato. Pellegrini sì, ma moderni e tecnologici ed ecco allora a guidarli c’è anche una app disponibile sia per IOS che per Android. La app è scaricabile e consultabile anche offline.

Per chi invece è più affezionato alla carta può contare sulla guida ufficiale, redatta da Alberto Conte e Marco Giovannelli e pubblicata da Terre di mezzo Editore.

Credenziali del pellegrino Via Francisca del Lucomagno

Per maggiori informazioni sulla via Francisca, su come organizzare il viaggio e chiedere le credenziali potete consultare il portale ufficiale.

Qui potrete trovate, tra le altre cose, anche i percorsi, i luoghi di accoglienza e una mappa interattiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.