Le principali mostre a Roma a dicembre

Con l’arrivo di dicembre anche a Roma le temperature si sono fatte più rigide, ecco allora che si va più alla ricerca di attività da fare negli spazi chiusi, allora cosa di meglio di una delle grandi mostre che offre Roma? Ecco le principali in programma a dicembre.

Palazzo Bonaparte

Van Gogh

Prosegue a Palazzo Bonaparte fino al prossimo 26 marzo la mostra dedicata a Van Gogh nella quale è possibile ammirare i capolavori di Van Gogh dal Kröller-Müller Museum. Da oggi, 6 novembre, torna in esposizione anche «Il Seminatore» di Van Gogh, colpito lo scorso venerdì da una zuppa di verdura lanciata da un gruppo di manifestanti, senza che l’azione abbia fortunatamente provocato danni all’opera d’arte.
La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 21.00 

  • Palazzo Bonaparte – Piazza Venezia, 5 

Palazzo delle Esposizioni

Mario Merz. Balla, Carrà, De Chirico, De Pisis, Morandi, Savinio, Severini. Roma 1978

C’è tempo fino al 26 febbraio per visitare la mostra Mario Merz. Balla, Carrà, De Chirico, De Pisis, Morandi, Savinio, Severini. Roma 1978 allestita al Palazzo delle Esposizioni. Mostra che rappresenta un interessante progetto espositivo nell’ambito di Mostre in mostra, il ciclo mirato a studiare e valorizzare l’arte contemporanea attraverso la ricostruzione di alcune rilevanti mostre che hanno avuto luogo a Roma a partire dal secondo Novecento del quale fa parte anche la mostra Roma Contemporanea.

  • Palazzo delle Esposizioni – Via Nazionale194

Palazzo Altemps

Virginia Woolf e Bloomsbury. Inventing Life

Palazzo Altemps ospita – fino al 12 febbraio – la mostra Virginia Woolf e Bloomsbury. Inventing Life che celebra Virginia Woolf e il gruppo di Bloomsbury, il celebre quartiere di Londra diventato famoso per essere luogo di ritrovo di giovani scrittori, intellettuali, artisti, musicisti che qui sperimentavano nuove forme di pensiero rivoluzionarie

  • Museo Nazionale Romano – Palazzo Altemps – Via di Sant’Apollinare, 46

Casa-Museo di Goethe

Viaggio in Italia XXI – Lo sguardo sull’altro

La mostra Viaggio in Italia XXI – Lo sguardo sull’altro – allestita nella alla Casa-Museo di Goethe – è un’indagine sul presente dei viaggi in Italia e ne evidenzia i profondi cambiamenti rispetto a quello che era il Grand Tour dell’epoca di Goethe. In mostra le opere di otto artisti appartenenti a diverse generazioni, accomunati dal lavoro tra l’Italia e la Germania che attraverso le loro opere – tra video, pittura, scultura e fotografia – indagano sul tema deal rapporto con l’altro. Un tema che non può non tenere conto della situazione attuale che attraversa l‘Europa tra questione dei migranti, diversità di genere, cambiamenti climatici, diritti delle minoranze e non ultime le limitazioni di libertà dovute alle pandemie. La mostra è visitabile fino al 9 aprile dal martedì alla domenica con orario 10 – 18

  • Casa di Goethe – Via del Corso, 18

Villa dei Quintili

Patrimonium Appiae – Depositi emersi

Con la mostra Patrimonium Appiae il pubblico entra in contatto con qualcosa come oltre 250 reperti – tra anfore, gioielli, urne cinerarie, capitelli, vasi, spatole, ossa umane cremate, scheletri, monete antiche e medievali, dadi da gioco –  frutto di un secolo di scavi nel territorio del Parco Archeologico dell’Appia Antica. L’esposizione presenta inoltre opere realizzate per l’occasione, in dialogo con i materiali archeologici, dal titolo “Art Crossing – Riattivare il genius loci”. Tutti materiali che – per la maggior parte – sono ancora sconosciuti al pubblico e provengono da depositi. La mostra è visitabile fino al 30 giugno

  • Villa dei Quintili – Via Appia Nuova, 1092

Gallerie Borghese

Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma nel Seicento

La Galleria Borghese ospita, fino la 29 gennaio, la mostra Meraviglia senza tempo. Pittura su pietra a Roma nel Seicento, con oltre 60 opere provenienti da musei italiani e stranieri e da importanti collezioni private, si inserisce in un percorso di ricerca iniziato nel 2021 con l’approfondimento del tema della Natura e del Paesaggio all’interno della collezione della Galleria.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica con orario 9- 19.

  • Galleria Borghese Piazzale del Museo Borghese, 5

Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

Pasolini Pittore

In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini, la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale ospita un’importante mostra che mette in luce la passione e il talento per la pittura di Pasolini. In mostra circa duecento opere, provenienti per la maggior parte dal Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux di Firenze, depositario della più importante raccolta di opere pasoliniane. La mostra è visitabile fino al 16 aprile

In programma anche una serie di incontri culturalireadings e proiezioni 

  • Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale – Via Francesco Crispi, 24

Museo dell’Ara Pacis

Lucio Dalla Anche se il tempo passa

Fino al 6 gennaio il Museo dell’Ara Pacis ospita la mostra evento dal significativo titolo “Lucio Dalla – Anche se il tempo passa”. La mostra, organizzata  occasione del decennale della sua scomparsa, racconta la figura di Lucio Dalla attraverso immagini, video, musica e cimeli che vanno dalle fotografie, a partire quando era ancora bambino, fino a locandine di film, appunti e manoscritti.  

La mostra è aperta tutti giorni con (tranne il 25 dicembre e il 1 gennaio) con orario: 9.30-19.30.

  • Museo dell’Ara Pacis – Lungotevere in Augusta

Mercati di Traiano

1932, l’elefante e il colle perduto

Prosegue fino al 5 marzo 2023 la mostra “1932, l’elefante e il colle perduto” allestita negli spazi dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. La mostra presenta la storia della collina Velia nelle sue stratificazioni e occupazioni nel tempo fino al suo sbancamento, attuato nel 1932 nell’ambito della riprogettazione urbanistica dell’area per la realizzazione di via dell’Impero, ora via dei Fori Imperiali. Il tutto attraverso reperti archeologici, recuperati nel corso dei lavori, da opere grafiche (disegni, acquerelli, olii, stampe) prodotte a documentazione di tali attività e non ultimo  i resti fossili del cranio e della zanna sinistra di un Elephas Palaeoloxodon Antiquus, vissuto tra i 300.000 e i 100.000 anni fa, venuti alla luce nel maggio del 1932.

Museo di Roma – Palazzo Braschi

Roma medievale. Il volto perduto della città

l volto perduto della città tra il VI e il XIV secolo e l’eredità della fase medievale della storia cittadina sono al centro della mostra ospitata al Museo di Roma in Palazzo Braschi che propone, attraverso un percorso espositivo articolato in 9 sezioni, oltre 160 opere tra mosaici, affreschi e opere mobili, provenienti da raccolte, collezioni pubbliche e luoghi di culto e musei.

La mostra è visitabile fino al 5 febbraio dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00. Il 24 e il 31 dicembre chiusura anticipata alle ore 14.00

  • Museo di Roma Palazzo Braschi – Piazza di San Pantaleo, 10/Piazza Navona, 2

Chiostro del Bramante

Crazy

Il Chiostro del Bramante ospita, fino all’8 gennaio la mostra CRAZY La follia nell’arte contemporanea. Protagonisti 21 artisti di rilievo internazionale, più di 11 installazioni site-specific inedite: per la prima volta le opere d’arte invaderanno gli spazi esterni e interni del Chiostro del Bramante di Roma, perché la follia non può avere limiti.

Special ticket Under 26:
Dal lunedì al venerdì:

– Biglietto Under 26 (11-26 anni) 12€ Presentando documento di identità

Special ticket famiglie:
Dal lunedì alla domenica:
– Biglietto combinato Adulto + bambino (5-10 anni) 20€, dal secondo bambino (5-10 anni) 5€
Bambini 0-4 anni ingresso gratuito

  • Chiostro del Bramante – Arco della Pace 5

MAXXI

Pier Paolo Pasolini – Tutto è Santo. Il Corpo Politico

A cento anni dalla nascita anche il MAXXI dedica un importante progetto espositivo a Pier Paolo Pasolini, scrittore, poeta, regista, sceneggiatore, giornalista, drammaturgo.

In Tutto è santo, titolo ispirato alla frase pronunciata da Chirone nel film Medea (1969), la natura divina delle cose viene indagata da diverse angolature per tratteggiare ciò che Pasolini considera sacro; il mondo del sottoproletario che vede come arcaico e ammantato di religiosità e che è agli antipodi con l’eroe di un mondo razionale, laico, borghese e neo-capitalista. La mostra è visitabile fino al 12 marzo

What a Wonderful World 

Al MAXXI fino al 12 marzo il pubblico può ammirare il nuovo grande allestimento della Collezione MAXXI: un percorso innovativo che unisce importanti installazioni di 15 artisti internazionali tra opere chiave della Collezione e altre commissionate per l’occasione

  • MAXXI via Guido Reni 4/a

Musei Capitolini

Domiziano Imperatore. Odio e amore

Musei Capitolini, nella nuova sede di Villa Caffarelli, ospitano un’importante esposizione archeologica dedicata alla figura dell’imperatore Domiziano (51 d.C.- 96 d.C.), coprodotta dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dal Rijksmuseum van Oudheden della città olandese di Leiden. Il percorso espositivo, articolato in 15 sale, racconta vita di Domiziano, una figura di princeps-tiranno che è sempre stata molto controversa nel corso dei secoli. In mostra 58 le opere provenienti dalla mostra di Leiden e 36 aggiunte per l’edizione romana: si tratta di ritratti in marmo e in bronzo di personaggi imperiali e di divinità, elementi di decorazione architettonica in marmi bianchi e policromi e oggetti di piccole dimensioni in oro e bronzo. L’esposizione è arricchita inoltre da opere della Sovrintendenza Capitolina normalmente non esposte al pubblico. La mostra è visitabile  tutti i giorni con orario 9.30-19.30 fino al 29 Gennaio 2023

Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare

La mostra Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare fa parte del progetto “La Roma della Repubblica. Il racconto dell’Archeologia”, ed è incentrata sulle cariche pubbliche dei magistrati di età repubblicana, ossia il cursus honorum, aspetto fondamentale della vita politica di Roma antica. Grazie a un allestimento multimediale, i protagonisti della mostra sono cinque personaggi raffigurati da altrettante statue che fungono da narratori. A loro  si aggiunge una sola figura femminile, a sottolineare il ruolo di secondo piano delle donne in una società dominata dagli uomini.

La mostra è visitabile Tutti i giorni – fino al 23 aprile- con orario 9.30-19.30 

L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”

La Sala della Lupa e dei Fasti antichi del Palazzo dei Conservatori ospita fino al 23 aprile la mostra L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”: straordinari calendari incisi nel marmo, narrano la storia di Roma dalle sue origini agli albori dell’età imperiale grazie alla multimedialità

  • Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio

Museo di Roma in Trastevere

Riccardo Venturi. Stati d’infanzia – Viaggio nel paese che cresce

La mostra Riccardo Venturi. Stati d’infanzia – Viaggio nel paese che cresce offre al visitatore un’ottantina di fotografie, frutto di un reportage dell’importante missione dell’impresa sociale “Con i Bambini” e pone al centro il tema delle disuguaglianze e delle marginalità, dell’esclusione sociale e della dispersione scolastica.

La mostra è visitabile fino al 26 febbraio dal martedì alla domenica con orario 10-20 

  • Museo di Trastevere – Piazza di S. Egidio, 1/b

100 presepi in Vaticano

Dal 4 dicembre all’8 gennaio torna l’Esposizione Internazionale 100 Presepi in Vaticano e giunta alla quinta edizione. La mostra è visitabile gratuitamente per l’intero periodo delle feste.

Mostre gratuite a Roma

Per altre mostre gratuite vi rimando alla rubrica Cosa fare gratis a Roma questa settimana dove troverete un’ampia panoramica di quello che può essere fatto in città, mostre comprese, senza dovere spendere neppure un euro

8 thoughts on “Le principali mostre a Roma a dicembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *