Musei e Mostre a Roma, si riparte

Da domani, 26 aprile il Lazio torna zona gialla, una data che coincide anche con la riapertura dei musei.

Finisce dunque la quarantena della cultura. Una riapertura dei musei che comunque deve tenere contro della situazione sanitaria in atto e seguire le indicazioni sanitarie per il contenimento della pandemia. Molte anche le mostre prorogate, così come slitta di un mese la scadenza della MIC Card, la carta che consente di visitare tutti i musei civici per un anno al costo di 5 euro.

Musei aperti anche nel fine settimana e tornano le domeniche gratuite

Si comincia domani con le prime riaperture che interesseranno

  • Musei Capitolini
  • Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali
  • Museo dell’Ara Pacis
  • Mausoleo di Augusto

Inoltre, sempre dal 26 aprile, dalle ore 9 alle ore 19, sarà di nuovo possibile attraversare il percorso pedonale dell’area archeologica del Teatro di Marcello

.Martedì 27 aprile sarà poi la volta degli altri musei civici romani:

  • la Centrale Montemartini
  • il Palazzo delle Esposizioni
  • MACRO e Mattatoio
  • Museo di Roma di Palazzo Braschi
  • Museo di Roma in Trastevere
  • Galleria d’Arte Moderna
  • Musei di Villa Torlonia
  • Museo Civico di Zoologia
  • Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
  • Museo Napoleonico
  • Museo Pietro Canonica a Villa Borghese
  • Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese
  • Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
  • Museo di Casal de’ Pazzi
  • Museo delle Mura
  • Villa di Massenzio

Riaprono anche le seguenti aree archeologiche

Circo maximo experience

Percorsi prestabiliti per le aree archeologiche

Se volte andare ai Fori Imperiali segnatevi che ingresso ed uscita avvengono da due cancelli diversi:

L’ingresso è dalla Colonna Traiana, mentre l’uscita avviene dal Foro di Cesare su Via dei Fori Imperiali, con orario 08.30 -19,15 (ultimo ingresso 18.00)

Foro romano

La prima settimana di riapertura si concluderà domenica 2 maggio con la prima domenica del mese ad ingresso gratuito per tutti nei Musei Civici e nell’area del Circo Massimo. Prenotazione obbligatoria allo 060608 entro venerdì 30 aprile e nei Tourist Infopoint entro sabato 1° maggio

Bentornato Colosseo!

Non solo musei civici. s riaprire sono anche i musei e aree archeologiche statali. A Roma – e in tutte le Regioni gialle – a riaprire non solo solo mostre e musei civici, anche quelli statali.

Il Parco archeologico del Colosseo riapre al pubblico da lunedì 26 aprile 2021 tutti i giorni della settimana dalle ore 10.30 alle ore 19.15 (con ultimo accesso alle ore 18.15). Per l’accesso è obbligatoria la prenotazione: il biglietto ordinario d’ingresso ha un costo di 16 €, ridotto 2 €, ed è acquistabile online sul sito ufficiale www.parcocolosseo.it o tramite l’APP

Per i visitatori permane l’obbligo di mascherina e la misurazione della temperatura mediante termoscanner. Per la visita al monumento è stato fissato un percorso a senso unico dall’ingresso sotto il cosiddetto Sperone Valadier fino all’uscita. All’interno del Colosseo è inoltre possibile visitare la mostra  Pompei 79 d.C. Una storia romana

Fissato un percorso ben preciso anche per quanto riguarda il Foro Romano e il Palatino. Mentre per ora rimangono ancora chiusi: Santa Maria Antiqua, Rampa Domizianea, Museo Palatino, Casa di Augusto e Casa di Livia, Criptoportico Neroniano e Aula Isiaca e Domus Aurea. La loro fruizione è vincolata all’andamento della situazione sanitaria generale.

Le mostre in corso a Roma

A Roma riaprono i musei, così come le mostre che si trovano al loro interno, molte delle quali hanno prorogato la data di chiusura, inizialmente programmata prima delle recenti restrizioni.

Al loro interno i visitatori potranno ritrovare le collezioni permanenti con i tanti capolavori conservati, oltre alle numerose mostre prorogate e ad alcune importanti novità espositive, sinora rinviate a causa della pandemia in corso.

Museo dell’Ara Pacis

Il museo dell’Ara Pacis – dal 1 febbraio – ospita la mostra JOSEF KOUDELKA. RADICI Evidenza della storia, enigma della bellezza, organizzata da Contrasto e Magnum Photos, unica tappa italiana, che propone oltre cento immagini panoramiche, dedicate al maestro ceco che documentano il suo straordinario viaggio alla ricerca delle radici della nostra storia, attraverso diciannove diversi paesi e un centinaio di siti archeologici tra i più rappresentativi per la storia del Mediterraneo.

Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali

mercati di traiano mostra napoleone

Dal 4 febbraio i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, ospitano invece una mostra dedicata a Napoleone e il mito di Roma e racconta alcuni interessanti aspetti di Roma che in quegli anni – per volontà dello stesso Napoleone – fu città imperiale seconda solo a Parigi

La mostra che coincide con il bicentenario della morte dell’imperatore francese, prosegue fino al 31 maggio.

Musei Capitolini

mostre marmi di roma

Vediamo ora le mostre allestite presso i Musei Capitolini di Roma. Prosegue fino al 29 giugno la mostra  I marmi Torlonia. Collezionare capolavori  che documenta la storia del collezionismo degli marmi antichi, romani e greci

Caravaggio

Sempre ai Musei Capitolini prosegue, fino al 2 maggio, la mostra Il Tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione Roberto Longhi . Inoltre i Musei Capitolini ospitano il progetto espositivo multimediale L’eredità di Cesare e la conquista del tempo che può essere ammirato per tutto il 2021

Centrale Montemartini

Martedì 27 alla Centrale Montemartini inaugura la mostra  Colori dei romani. I mosaici dalle collezioni capitoline, tutta incentrata su antichi mosaici pavimentali e parietali di grande pregio e valore, provenienti dalle raccolte Capitoline  

Museo di Roma in Trastevere 

Al  Museo di Roma in Trastevere sono due mostre che aprono: Chiamala Roma. Fotografie di Sandro Becchetti 1968 – 2013, una rivisitazione personale e poetica della città che Becchetti mette in atto attraverso gran parte della produzione da lui dedicata alla capitale, e Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista, con oltre cento scatti realizzati nei sessant’anni di ricerca fotografica.

Come fare i biglietti

L’ingresso può essere fatto sul momento presso le biglietterie dei musei civici, ma è fortemente consigliato premunirsi del biglietto acquistandolo tramite il sito www.museiincomuneroma.it, aggiungendo 1€ di prevendita.

L’acquisto preventivo consente di annullare le code in biglietteria e ridurre gli affollamenti nelle sale. Stessa cosa vale per chi è in possesso della MIC Card, per loro l’ingresso è gratuito, ma è possibile prenotare l’ingresso allo 060608 è gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *