Le principali mostre a Roma a marzo

Tante le mostre importanti che si possono visitare a Roma, sempre interessanti da vedere, ma anche un buon motivo per cercare un posto caldo e riparato in questo ultimo scorcio di inverno. Ecco le principali in programma a marzo nella capitale.

Palazzo Bonaparte

Van Gogh

Visto il grande successo di pubblico, la mostra dedicata a Van Gogh allestita a Palazzo Bonaparte non chiuderà il 26 marzo, ma è stata prorogata fino al 7 maggio, un’occasione in più per ammirare i capolavori di Van Gogh dal Kröller-Müller Museum.
La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 21.00 

  • Palazzo Bonaparte – Piazza Venezia, 5 
Cosa farai quando sarai a Roma?

Villa Torlonia – Casino dei Principi

Pietro Cascella Inedito. Le opere degli esordi a Roma (1938 – 1961)

Il Casino dei Principi di Villa Torlonia ospita, fino al 19 marzo, una mostra dedicata al grande artista Pietro Cascella. Come si intuisce dal titolo la mostra Pietro Cascella Inedito. Le opere degli esordi a Roma (1938 – 1961) racconta, attraverso un centinaio di opere, un Pietro Cascella inedito e poco conosciuto.

Il percorso espositivo si snoda dalla fine degli anni Trenta ai primi anni Sessanta, svelando una storia artistica eclettica e in continua evoluzione, con immediati riconoscimenti pubblici. La mostra è visitabile dal martedì alla domenica con orario 9 – 19.

  • Musei di Villa Torlonia – Casino dei Principi – Via Nomentana, 70

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea 

Un presente indicativo

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea fino al 2 maggio ospita la mostra Un presente indicativo di Antonello Tolve, La mostra presenta una sessantina di opere di 14 artiste e artisti. Nati tutti negli anni Sessanta 

  • La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – Viale delle Belle Arti, 131; Via Antonio Gramsci, 71

Casa-Museo di Goethe

Viaggio in Italia XXI – Lo sguardo sull’altro

La mostra Viaggio in Italia XXI – Lo sguardo sull’altro – allestita nella alla Casa-Museo di Goethe – è un’indagine sul presente dei viaggi in Italia e ne evidenzia i profondi cambiamenti rispetto a quello che era il Grand Tour dell’epoca di Goethe. In mostra le opere di otto artisti appartenenti a diverse generazioni, accomunati dal lavoro tra l’Italia e la Germania che attraverso le loro opere – tra video, pittura, scultura e fotografia – indagano sul tema deal rapporto con l’altro. Un tema che non può non tenere conto della situazione attuale che attraversa l‘Europa tra questione dei migranti, diversità di genere, cambiamenti climatici, diritti delle minoranze e non ultime le limitazioni di libertà dovute alle pandemie. La mostra è visitabile fino al 9 aprile dal martedì alla domenica con orario 10 – 18

  • Casa di Goethe – Via del Corso, 18

Villa dei Quintili

Patrimonium Appiae – Depositi emersi

Con la mostra Patrimonium Appiae il pubblico entra in contatto con qualcosa come oltre 250 reperti – tra anfore, gioielli, urne cinerarie, capitelli, vasi, spatole, ossa umane cremate, scheletri, monete antiche e medievali, dadi da gioco –  frutto di un secolo di scavi nel territorio del Parco Archeologico dell’Appia Antica. L’esposizione presenta inoltre opere realizzate per l’occasione, in dialogo con i materiali archeologici, dal titolo “Art Crossing – Riattivare il genius loci”. Tutti materiali che – per la maggior parte – sono ancora sconosciuti al pubblico e provengono da depositi. La mostra è visitabile fino al 30 giugno

  • Villa dei Quintili – Via Appia Nuova, 1092

Gallerie Borghese

Giuseppe Penone. Gesti universali

Alla Galleria Borghese dal 14 marzo arriva la mostra Giuseppe Penone. Gesti universali. La mostra avrà luogo nei giardini e in una parte delle sale ubicate al piano terra, dove è maggiore l’osmosi tra esterno e interno, tra parco e villa. Le opere di Giuseppe Penone, artista da sempre interessato al rapporto tra uomo e natura. Le sue opere evidenziano questa simbiosi e sottolineano la fluidità che accomuna tutti gli elementi vegetali, umani e minerali.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica con orario 9- 19.

  • Galleria Borghese Piazzale del Museo Borghese, 5

Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

Pasolini Pittore

In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini, la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale ospita un’importante mostra che mette in luce la passione e il talento per la pittura di Pasolini. In mostra circa duecento opere, provenienti per la maggior parte dal Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux di Firenze, depositario della più importante raccolta di opere pasoliniane. La mostra è visitabile fino al 16 aprile

In programma anche una serie di incontri culturalireadings e proiezioni 

  • Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale – Via Francesco Crispi, 24

Mercati di Traiano

1932, l’elefante e il colle perduto

Prosegue fino al 5 marzo 2023 la mostra “1932, l’elefante e il colle perduto” allestita negli spazi dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. La mostra presenta la storia della collina Velia nelle sue stratificazioni e occupazioni nel tempo fino al suo sbancamento, attuato nel 1932 nell’ambito della riprogettazione urbanistica dell’area per la realizzazione di via dell’Impero, ora via dei Fori Imperiali. Il tutto attraverso reperti archeologici, recuperati nel corso dei lavori, da opere grafiche (disegni, acquerelli, olii, stampe) prodotte a documentazione di tali attività e non ultimo  i resti fossili del cranio e della zanna sinistra di un Elephas Palaeoloxodon Antiquus, vissuto tra i 300.000 e i 100.000 anni fa, venuti alla luce nel maggio del 1932.

Museo di Roma – Palazzo Braschi

Roma medievale. Il volto perduto della città

l volto perduto della città tra il VI e il XIV secolo e l’eredità della fase medievale della storia cittadina sono al centro della mostra ospitata al Museo di Roma in Palazzo Braschi che propone, attraverso un percorso espositivo articolato in 9 sezioni, oltre 160 opere tra mosaici, affreschi e opere mobili, provenienti da raccolte, collezioni pubbliche e luoghi di culto e musei.

La mostra è visitabile fino al 16 aprile dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00. Il 24 e il 31 dicembre chiusura anticipata alle ore 14.00

  • Museo di Roma Palazzo Braschi – Piazza di San Pantaleo, 10/Piazza Navona, 2

Chiostro del Bramante

INFINITY. Michelangelo Pistoletto

Il Chiostro del Bramante a partire dal 18 marzo ospita la mostra INFINITY. Michelangelo Pistoletto. Fino al 15 ottobre 2023 il pubblico potrà ammirare Cinquanta opere e quattro grandi installazionesite specific che raccontano oltre 60 anni d’arte, quasi 90 anni di vita.

Non certo una mostra tradizionale ma un racconto, un’esperienza che attraverso le opere simbolo di Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933) – dalle storiche alle più recenti,dal 1962 al 2023– accompagna inun viaggio emozionante dentro la poetica e il mondo, i tanti mondi, di uno dei maestri dell’arte contemporanea.

Un’infinità di modi di fare arte,un’infinità di modi di vedere, di cambiare prospettiva, di leggere la realtà. 

 L’ingresso alla mostra INFINITY è su fasce orarie  ogni 15 minuti ed è possibile acquistare il biglietto sia online che presso la biglietteria del Chiostro del Bramante.

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 20.00.  Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00

  • Chiostro del Bramante – Arco della Pace 5

MAXXI

Bob Dylan – Retrospectrum

Fino al 30 aprile gli spazi museali del MAXXI ospitano Bob Dylan – Retrospectrum, la prima mostra monografica europea che esplora l’ampia opera di Bob Dylan, che ha espresso per molti decenni la sua pratica di arte visiva e la sua natura multiforme attraverso un’ampia gamma di opere d’arte, dai dipinti a olio, agli acrilici, agli acquerelli, ai disegni a inchiostro, pastello e carboncino, fino a una serie di sculture in ferro.

Il percorso espositivo è organizzato in otto sezioni: Early WorksThe Beaten PathMondo ScriptoRevisionistDrawn BlankNew OrleansDeep Focus e Ironworks 

Pier Paolo Pasolini – Tutto è Santo. Il Corpo Politico

A cento anni dalla nascita anche il MAXXI dedica un importante progetto espositivo a Pier Paolo Pasolini, scrittore, poeta, regista, sceneggiatore, giornalista, drammaturgo.

In Tutto è santo, titolo ispirato alla frase pronunciata da Chirone nel film Medea (1969), la natura divina delle cose viene indagata da diverse angolature per tratteggiare ciò che Pasolini considera sacro; il mondo del sottoproletario che vede come arcaico e ammantato di religiosità e che è agli antipodi con l’eroe di un mondo razionale, laico, borghese e neo-capitalista. La mostra è visitabile fino al 12 marzo

What a Wonderful World 

Al MAXXI fino al 12 marzo il pubblico può ammirare il nuovo grande allestimento della Collezione MAXXI: un percorso innovativo che unisce importanti installazioni di 15 artisti internazionali tra opere chiave della Collezione e altre commissionate per l’occasione

  • MAXXI via Guido Reni 4/a
    Il Maxxi è visitabile dal martedì alla domenica con orario 11 – 19.00, il sabato e la domenica apertura anticipata alle ore 10

Musei Capitolini

Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare

La mostra Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare fa parte del progetto “La Roma della Repubblica. Il racconto dell’Archeologia”, ed è incentrata sulle cariche pubbliche dei magistrati di età repubblicana, ossia il cursus honorum, aspetto fondamentale della vita politica di Roma antica. Grazie a un allestimento multimediale, i protagonisti della mostra sono cinque personaggi raffigurati da altrettante statue che fungono da narratori. A loro  si aggiunge una sola figura femminile, a sottolineare il ruolo di secondo piano delle donne in una società dominata dagli uomini.

La mostra è visitabile Tutti i giorni – fino al 23 aprile- con orario 9.30-19.30 

L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”

La Sala della Lupa e dei Fasti antichi del Palazzo dei Conservatori ospita fino al 23 aprile la mostra L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”: straordinari calendari incisi nel marmo, narrano la storia di Roma dalle sue origini agli albori dell’età imperiale grazie alla multimedialità

  • Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio

Palazzo Carpegna Accademia Nazionale di San Luca 

Canova, ultimo principe

L’Accademia Nazionale di San Luca, occasione del bicentenario della morte, dedica una mostra a Canova ponendo l’attenzione al suo legame con la storica istituzione romana, di cui fu accademico di merito, poi principe e infine principe perpetuo. 

La mostra è ospita nel seicentesco Palazzo Carpegna, sede della prestigiosa associazione, ed è articolata in otto sezioni che tracciano gli anni dall’ingresso in Accademia alla morte dell’artista: Canova in AccademiaI concorsi Canova: pittura e sculturaCanova e ThorvaldsenLa ReligioneL’Accademia al tempo di CanovaDe’ Monumenti AntichiI concorsi Canova: architetturaLa Scuola del Nudo 1801-1812.

  • La mostra è visitabile fino al 28 giugno dal martedì al sabato con orario 10 – 11.30 e 14- 16 (poi, dal 6 al 31 marzo osserverà l’orario 14 – 16)

Da martedì 7 marzo a venerdì 31 marzo 2023 gli orari di visita alla mostra CANOVA. L’ultimo Principe subiranno alcune modifiche a causa di lavori di riallestimento.

Sarà dunque possibile accedere alle sale di Palazzo Carpegna dal martedì al sabato, dalle ore 14.00 alle ore 17.30 (ultimo ingresso ore 16.00) nei due turni delle ore 14.00 e delle ore 16.00.

Museo di Roma in Trastevere

La Movida. Spagna 1980-1990

La Movida. Spagna 1980-1990, la prima mostra in Italia del fotografo e artista Miguel Trillo, curata da Héctor Fouce, attraverso più di 60 fotografie, racconta gli anni ’80, il movimento culturale noto come La Movida e le sue conseguenze sociali e politiche

La mostra è visitabile fino al 30 aprile dal martedì alla domenica con orario 10-20 

I Romanisti. Cenacoli e vita artistica da Trastevere al Tridente (1929 – 1940)

C’è tempo fino al 4 giugno per visitare la mostra I Romanisti. Cenacoli e vita artistica da Trastevere al Tridente (1929 – 1940) che illustra la vita e la cultura a Roma tra la fine degli anni Venti e il 1940, vista dalla prospettiva specifica dei Romanisti, gli studiosi, accademici e cultori della città che, nei diversi cenacoli e salotti letterari della Capitale, favorirono la nascita e la diffusione dello studio appassionato e della vivace promozione della cultura romanista

La mostra si articola in 5 sezioni ed è composta da circa 100 opere, tra pittura, scultura, grafica, fotografia e documenti.

Armando Trovajoli. Una leggenda in musica

l’11 marzo apre la mostra Armando Trovajoli. Una leggenda in musica che ricostruisce la lunga carriera artistica del maestro di musica leggera Armando Trovajoli a dieci anni dalla sua scomparsa. La mostra sarà visitabile fino al 14 maggio.

  • Museo di Trastevere – Piazza di S. Egidio, 1/b
    aperto dal martedì alla domenica con orario10-20

Terme di Caracalla 

Idee di Pietra

Fino al 19 marzo le Terme di Caracalla ospitano le opere di Giuseppe Penone. Nell’antica natatio delle terme sono esposti quattro grandi alberi, elementi costanti in tutta la produzione di Penone e proposti in diverse applicazioni: sono le opere Identity (in alluminio e bronzo); Triplice; Idee di pietraOlmo; Idee di pietra, Ciliegio (tutte e tre in bronzo e pietre di fiume), alberi senza tempo e “sculture viventi” che abbracciano il visitatore e lo invitano a riflettere sull’emblematico rapporto dell’uomo con la natura, lo spazio e il tempo.

  • Terme di Caracalla – Viale delle Terme di Caracalla, 52

Gallerie Nazionali di Arte Antica in Palazzo Barberini 

 Orazio Gentileschi e l’immagine di san Francesco

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano dal 27 gennaio al 10 aprile 2023 a Palazzo Barberini la mostra Orazio Gentileschi e l’immagine di san Francesco. La nascita del caravaggismo a Romaa cura di Giuseppe Porzio, professore di storia dell’arte moderna presso l’Università di Napoli L’Orientale, e Yuri Primarosa, curatore del museo e docente a contratto di storia dell’arte moderna presso la Sapienza Università di Roma.

La mostra è visitabile fino al 10 aprile dal martedì alla domenica con orario10 – 19.

  • Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Barberini – Via delle Quattro Fontane, 13

Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini

Le stanze del Cardinale. 

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica in Galleria Corsini presentano una prestigiosa mostra dedicata a Neri Maria Corsini, il potente e colto cardinale fiorentino che fu uno dei personaggi più illustri della cultura della Roma del Settecento. La mostra è visitabile fino al 10 aprile, dal martedì alla domenica con orario 10 -19

  • Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini – Via della Lungara 10

Tempio di Romolo – Foro Romano

Il viaggio di Enea. Da Troia a Roma

Si intitola Il viaggio di Enea. Da Troia a Roma allestita – fino al 15 aprile – al Tempio di Romolo, al Foro Romano, seguendo alcuni percorsi tematici principali come le immagini di Enea, di suo padre Anchise e di sua madre la dea Afrodite; le raffigurazioni della guerra di Troia; il Palladio – il simulacro ligneo custodito nella città di Troia e portato poi a Roma da Enea

  • Foro Romano e Palatino – Via di San Gregorio, 30
    Con orario 9- 17,30

Scuderie del Quirinale

Arte liberata 1937-1947

Le Scuderie del Quirinale fino al 10 aprile ospitano la mostra  Arte liberata 1937-1947. Capolavori salvati dalla guerra.

Real Bodies Leonardo’s Anatomy Exhibition

L’anatomia secondo Leonardo da Vinci: per la prima volta nella storia, i suoi celebri disegni anatomici sono stati riprodotti attraverso veri reperti umani.

Real Bodies è un omaggio al genio e all’immensa curiosità intellettuale del precursore del moderno metodo scientifico che, già cinquecento anni fa, era impegnato nello studio del corpo umano e del suo funzionamento.  La mostra è visitabile fino al 1 maggio dalla domenica al giovedì dalle 10.00 alle 20.00 e dal venerdì al sabato 10.00 alle 21.00 

  • Piazza di San Giovanni in Laterano, 74

Mostre gratuite a Roma

Per altre mostre gratuite vi rimando alla rubrica Cosa fare gratis a Roma questa settimana dove troverete un’ampia panoramica di quello che può essere fatto in città, mostre comprese, senza dovere spendere neppure un euro

8 thoughts on “Le principali mostre a Roma a marzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *