Le principali mostre a Roma ad agosto

Prima di dirvi quali sono le mostre in programma a Roma questo mese, vi ricordo che per accedere a musei, parchi archeologici, mostre e altri luoghi della cultura non è richiesto il green pass, ma è raccomandato l’uso della mascherina negli spazi chiusi.

Prendete nota, a Ferragosto, anche se cade di lunedì, è in programma un’apertura straordinaria di musei e siti archeologici statali

Palazzo Bonaparte

Han Yuchen – Tibet, splendore e purezza

Fino al 4 settembre Palazzo Bonaparte ospita la mostra Han Yuchen – Tibet, splendore e purezza, la prima retrospettiva capitolina dedicata al grande Maestro della pittura a olio della Cina contemporanea. La mostra è una straordinaria testimonianza artistica della bellezza naturale, della spiritualità e del popolo del Tibet. La mostra, articolata in tre sezioni (Paesaggi, Ritratti Spiritualità) propone al pubblico circa 40 opere. La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 21.00 

Jago

Palazzo Bonaparte a Roma ospita fino al 28 agosto la prima grande mostra dedicata a JAGO. Non solo mostra ma anche studio d’artista che vede Jago impegnato – all’interno della sede espositiva – a lavorare alla sua prossima imponente scultura . Saranno anche organizzate visite straordinarie alla mostra, guidate dallo stesso Jago.

  • Palazzo Bonaparte – Piazza Venezia, 5 

Terme di Caracalla

Idee di Pietra – Giuseppe Penone alle Terme di Caracalla

Fino al 20 ottobre gli spazi delle Terme di Caracalla ospitano alcune opere di Giuseppe Pennone.

Si tratta di quattro grandi alberi/scultura una sorta di sculture viventi che abbracciano il visitatore e lo invitano a riflettere sull’emblematico rapporto dell’uomo con la natura, lo spazio e il tempo. Gli alberi scultura, elemento ricorrente nella produzione di Penone, sono Identity (in alluminio e bronzo); Triplice; Idee di pietraOlmo; Idee di pietra, Ciliegio, queste ultime realizzate in bronzo e pietre di fiume. Il sito è aperto al pubblico dal martedì alla domenica con orario 9.00 – 19.15

  • Terme di Caracalla – Viale delle Terme di Caracalla, 52

Gallerie Borghese

Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore

La Galleria Borghese ospita, fino al 18 settembre , la mostra Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore che nasce in occasione del prestito della Ninfa e pastore, opera autografa realizzata intorno al 1565 da Tiziano Vecellio , concessa dal Kunsthistorisches Museum di Vienna nell’ambito di un programma di scambio culturale tra quest’ultimo e la Galleria Borghese. La mostra rappresenta dunque una sorta di dialogo tra la Ninfa e il Pastore e i dipinti di Tiziano presenti alla Galleria. Opere legate da temi come Natura, Amore e Tempo. La mostra è visitabile fino al 18 settembre dal martedì alla domenica con orario 9- 19.

  • Galleria Borghese Piazzale del Museo Borghese, 5

Museo dell’Ara Pacis

Robert Doisneau

Robert Doisneau il bacio

Il museo dell’Ara Pacis rende omaggio con una mostra al grande maestro della fotografia Robert Doisneau, uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada insieme a Henri Cartier-Bresson, Doisneau ha saputo immortalare la vita quotidiana dei quartieri di Parigi

In mostra oltre 130 scatti in bianco e nero, provenienti dalla collezione dell’Atelier Robert Doisneau a Montrouge, attraverso i quali ripercorriamo la sua lunga carriera.

Foto simbolo della mostra è quella forse più famosa, il bacio all’Hotel de Ville

La mostra è visitabile fino al 4 settembre tutti i giorni con orario 9.30-19.30

  • Museo dell’Ara Pacis – Lungotevere in Augusta

Galleria d’Arte Moderna – Palazzo delle Esposizioni

Il video rende felici. Videoarte in Italia

Palazzo delle Esposizioni e Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale ospitano una grande esposizione dedicata alla videoarte e al cinema d’artista in Italia dalla fine degli anni Sessanta ai giorni nostri. 

La mostra, a cura di Valentina Valentini, mette in luce l’importanza della produzione artistica, delle iniziative creative e della sperimentazione video del nostro paese come punto di rifermento culturale internazionale. 

Il progetto coinvolge oltre 100 artisti, che negli ultimi sessant’anni hanno fatto del dispositivo elettronico e digitale il mezzo privilegiato di produzione, ricerca e sperimentazione audio-visuale.

La rassegna può essere visitata fino al 4 settembre – dal martedì alla domenica – con orario 10.00-18.30

Mercati di Traiano

1932, l’elefante e il colle perduto

Prosegue fino al 2 ottobre la mostra “1932, l’elefante e il colle perduto” allestita negli spazi dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. La mostra presenta la storia della collina Velia nelle sue stratificazioni e occupazioni nel tempo fino al suo sbancamento, attuato nel 1932 nell’ambito della riprogettazione urbanistica dell’area per la realizzazione di via dell’Impero, ora via dei Fori Imperiali. Il tutto attraverso reperti archeologici, recuperati nel corso dei lavori, da opere grafiche (disegni, acquerelli, olii, stampe) prodotte a documentazione di tali attività e non ultimo  i resti fossili del cranio e della zanna sinistra di un Elephas Palaeoloxodon Antiquus, vissuto tra i 300.000 e i 100.000 anni fa, venuti alla luce nel maggio del 1932..

Chiostro del Bramante

Crazy

Il Chiostro del Bramante ospita, fino all’8 gennaio la mostra CRAZY La follia nell’arte contemporanea. Protagonisti 21 artisti di rilievo internazionale, più di 11 installazioni site-specific inedite: per la prima volta le opere d’arte invaderanno gli spazi esterni e interni del Chiostro del Bramante di Roma, perché la follia non può avere limiti.

Fino al 28 agosto è possibile usufruire del biglietto speciale famiglie e agli Under 26

Special ticket Under 26:
Dal lunedì al venerdì:

– Biglietto Under 26 (11-26 anni) 12€ Presentando documento di identità

Special ticket famiglie:
Dal lunedì alla domenica:
– Biglietto combinato Adulto + bambino (5-10 anni) 20€, dal secondo bambino (5-10 anni) 5€
Bambini 0-4 anni ingresso gratuito

  • Chiostro del Bramante – Arco della Pace 5

Palazzo Bonaparte 

Jago

Fino al 28 agosto Palazzo Bonaparte a Roma ospita anche la prima grande mostra dedicata a Jago, ovvero Jacopo Cardillo scultore raffinato dalle reminiscenze michelangiolesche, è conosciuto in tutto il mondo come “The Social Artist” per le sue innate capacità comunicative e il grande successo che riscuote sui social.

Durante l’interno periodo Palazzo Bonaparte vedrà Jago lavorerà alla sua prossima imponente scultura, direttamente all’interno della sede espositiva. Palazzo Bonaparte si trasformerà in uno studio d’artista e vedrà i visitatori partecipi del processo creativo della sua opera

Biglietti da 7,50€ a 16,50€ inclusi diritti di prevendita

Biglietto combinato

Intero € 20,00
Ridotto € 18,00
Ridotto bambini € 8,00

  • Palazzo Bonaparte – Piazza Venezia 5

Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini 

DisneyL’arte di raccontare storie senza tempo

Si intitola DisneyL’arte di raccontare storie senza tempo la mostra ospitata a Palazzo Barberini fino al prossimo 25 settembre. Una mostra realizzata a cura della Walt Disney Animation Research Library, con la collaborazione di Federico Fiecconi, storico e critico del fumetto e del cinema di animazione.

La mostra è visitabile con il seguente orario: lunedì 14.30-19.30; dal martedì alla domenica 9.30 -19.30

  • Palazzo Barberini – Via delle Quattro Fontane, 13a

Museo di Roma

MAXXI

Gianni Berengo Gardin. L’occhio come mestiere

Fino al 18 settembre Il  MAXXI ospita la mostra   “L’occhio come mestiere”, dedicata al maestro della fotografia Gianni Berengo Gardin. In mostra oltre 150 fotografie, alcune delle quali inedite che illustrano un percorso di trasformazioni sociali, culturali e paesaggistichetra il secondo dopoguerra a oggi.

Daido Moriyama con Shōmei Tōmatsu – Tokyo Revisited

Fino al 16 ottobre aprile il MAXXI ospita la mostra fotografica Daido Moriyama con Shōmei Tōmatsu – Tokyo Revisited che porta Tokyo a Roma grazie le opere di street photography dei due celebri fotografi Daido Moriyama e del suo maestro Shomei Tomatsu, da sempre impegnati nell’esplorazione delle situazioni della società giapponese del dopoguerra e della sua evoluzione contemporanea.

La mostra è visitabile dal martedì al venerdì 11.00 – 19.00 e i sabato e la domenica con orario 10.00 – 19.00

Mario Botta – Sacro e Profano

Il celebre progettista svizzero è il protagonista della settima edizione del ciclo Nature, la serie del MAXXI dedicata all’architettura contemporanea con cui gli autori si raccontano attraverso l’installazione delle proprie mostre monografiche

Buone Nuove – donne in architettura

Un percorso espositivo che racconta l’architettura al femminile dal Novecento a oggi, dalle pioniere come Eileen Grey, Charlotte Perriand e Lina Bo Bardi alle archistar come Zaha Hadid, Elisabeth Diller e Kazuyo SeJima, da Cini Boeri e Gae Aulenti alle emergenti Francesca Torzo e Lucy Styles, già presenti nella collezione del MAXXI Architettura. La mostra utilizza anche una a serie di video-interviste. La mostra è visitabile fino all’11 settembre 2022 dal martedì alla domenica con orario  11 – 19. Sabato e domenica orario prolungato fino alle 22 

  • MAXXI via Guido Reni 4/a

Musei Capitolini

Domiziano Imperatore. Odio e amore

Musei Capitolini, nella nuova sede di Villa Caffarelli, ospitano un’importante esposizione archeologica dedicata alla figura dell’imperatore Domiziano (51 d.C.- 96 d.C.), coprodotta dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dal Rijksmuseum van Oudheden della città olandese di Leiden. Il percorso espositivo, articolato in 15 sale, racconta vita di Domiziano, una figura di princeps-tiranno che è sempre stata molto controversa nel corso dei secoli. In mostra 58 le opere provenienti dalla mostra di Leiden e 36 aggiunte per l’edizione romana: si tratta di ritratti in marmo e in bronzo di personaggi imperiali e di divinità, elementi di decorazione architettonica in marmi bianchi e policromi e oggetti di piccole dimensioni in oro e bronzo. L’esposizione è arricchita inoltre da opere della Sovrintendenza Capitolina normalmente non esposte al pubblico. La mostra è visitabile  tutti i giorni con orario 9.30-19.30 fino al 29 Gennaio 2023

Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare

La mostra Cursus Honorum. Il governo di Roma prima di Cesare fa parte del progetto “La Roma della Repubblica. Il racconto dell’Archeologia”, ed è incentrata sulle cariche pubbliche dei magistrati di età repubblicana, ossia il cursus honorum, aspetto fondamentale della vita politica di Roma antica. Grazie a un allestimento multimediale, i protagonisti della mostra sono cinque personaggi raffigurati da altrettante statue che fungono da narratori. A loro  si aggiunge una sola figura femminile, a sottolineare il ruolo di secondo piano delle donne in una società dominata dagli uomini.

La mostra è visitabile Tutti i giorni – fino al 2 ottobre – con orario 9.30-19.30 

L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”

La Sala della Lupa e dei Fasti antichi del Palazzo dei Conservatori ospita fino al 2 ottobre la mostra L’eredità di Cesare e la conquista del tempo”: straordinari calendari incisi nel marmo, narrano la storia di Roma dalle sue origini agli albori dell’età imperiale grazie alla multimedialità

  • Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio

Museo di Roma in Trastevere

Anni interessanti. Momenti di vita italiana 1960 – 1975

Il Museo di Roma in Trastevere ospita la mostra Anni interessanti. Momenti di vita italiana 1960 – 1975 che, attraverso una selezione di 124 fotografie in bianco e nero e documenti visivi dell’Istituto Luce, ci restituisce l’immagine dell’Italia dal 1960 al 1975, un periodo di grandi cambiamenti sociali, economici e culturali che ne hanno cambiato il volto e l’identità.

La mostra è visitabile fino al 16 ottobre dal martedì alla domenica con orario 10-20 

Arctic Tales

Fino al 4 settembre il Museo di Roma in Trastevere ospita la mostra Artic Tales, dalla fotografa milanese Valentina Tamborra. In mostra 50 immagini fotografiche che la fotografa ha realizzato tra il 2018 e il 2019 e che sono il frutto di due reportage sull’Artico

  • Museo di Trastevere – Piazza di S. Egidio, 1/b

Mostre gratuite a Roma

Per altre mostre gratuite vi rimando alla rubrica Cosa fare gratis a Roma questa settimana dove troverete un’ampia panoramica di quello che può essere fatto in città, mostre comprese, senza dovere spendere neppure un euro

3 thoughts on “Le principali mostre a Roma ad agosto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.