Natale in Umbria, cosa fare e cosa vedere

Perugia natale

Non serve andare lontano per vivere le atmosfere del Natale, perché l’Umbria, il cuore verde d’Italia, ha un cuore che in questo periodo si accender di luci ed è pronta ad accogliervi nelle sue città e nei suoi borghi e offrirvi la magia del Natale.

Cosa vedere in Umbria a Natale

ALBERO NATALE GUBBIO

Non solo mercatini di Natale, presepi e alberi – anche se l’Umbria detiene il record dell’albero di Natale più grande del mondo, che a Gubbio occupa un’intera montagna – ma anche e soprattutto un cartellone ricco di eventi e appuntamenti che pervade tutto il territorio. Se cercare le atmosfere natalizie più autentiche, in Umbria non avete che l’imbarazzo della scelta perché ovunque è aria di Natale, tra antiche usanze e nuovi eventi.

Natale in Umbria è anche tradizioni, folklore, musica ed enogastromia. Questo periodo rappresenta un’ottima occasione per concedersi una breve vacanza in Umbria anche all’insegna del cibo genuino, dall’olio al vino, dai salumi ai tartufi, con l’aggiunta dei dolci tipici del periodo: panpepato, pinoccate, rocciata, torciglione e molto altro.

Dove andare a respirare aria di Natale in Umbria

Aria di Natale a Perugia tra i vicoli della città sotterranea

pERUGIA NATALE

Chi è stato a Perugia sa bene che la città ha un lato un po’ più nascosto, perché sotterraneo. Una sorta di città sotto la città, una serie di vicoli che, come un grande labirinto, su cela sotto la Rocca Paolina. È qui che, dal 7 dicembre al 6 gennaio, si svolge Natale alla Rocca, un mostra-mercato nella quale i visitatori potranno trovare una cinquantina di espositori – giunti qui da tutta Italia – con le loro produzioni artigianali, addobbi natalizi, artigianato creativo e prelibatezze gastronomiche.

… e alla Città della Domenica

Ai bambini è invece dedicato l’evento che verrà allestito al Parco della Città della Domenica.Un vero il villaggio natalizio dove i bambini potranno incontrare Babbo Natale e gli elfi e con loro partecipare ad attività pensate per loro. Natale si sa è anche a tavole ed ecco allora che è stato pensato anche un altro evento tutto mangereccio. È la Piazza dei Golosi con una serie di banchetti – provenienti da diverse località italiane – dedicati allo street food, declinato in tema natalizio.

Le date da segnare in agenda sono: sabato 30 novembre, i weekend dal 1 al 22 dicembre, nonché il 23 e 26 dicembre.

Aria di Natale a Terni città degli innamorati

Terni natale

Il Mercato di Santa Claus

Dopo Perugia vediamo che succede anche a Terni. Simbolo del Natale a Terni è da sempre la Stella Miranda che verrà valorizzata in modo particolare dall’allestimento studiato per il Mercato di Santa Claus, che si terrà in largo Frankl a partire dal 29 novembre. Non mancheranno le casette di legno illuminate e la capanna di Gesù a grandezza naturale per regalare a tutti i visitatori l’emozione della Natività.

Il villaggio del ghiaccio

Da qui ci spostiamo a Piazza della Repubblica dove, come tradizione, viene allestita la tradizionale giostra incantata e il villaggio del ghiaccio con tanto di il suo igloo gigante. Qui l’incontro non è con Babbo Natale, ma con gli eschimesi. Forse non lo sapete, ma sono conosciuti come un popolo di cantori, gente che adora gareggiare nella “casa del canto” il luogo di ritrovo comune del villaggio. Ecco allora che i visitatori che lo desiderano potranno vivere in prima persona uno degli aspetti più originali della cultura eschimese nel modo più naturale che c’è: cantando.

Completano le iniziative di Piazza delle Repubblica la Bottega del Cioccolato e la bottega del Grinch che con la logica del riuso propone iniziative di solidarietà.

Terni natale

Christmas Village

Ancora un Christmas Village in Piazza Solferino, tra sentieri magici e casette in stile elfico abitate da di fate, gnomi, elfi e folletti. Per i golosi, ma Natale lo siamo un po’ tutti, ecco anche la Casa dei Dolci Natalizi, il posto migliore per mettersi con le mani in pasta e realizzare personalmente i dolci di Natale della tradizione

Dedicato agli innamorati

Terni è la città di San Valentino e non poteva mancare un appuntamento dedicato a tutti gli innamorati. A Largo Villa Glori ad attenderli c’è una galleria di luci d’artista e soprattutto la scultura l’Abbraccio Eterno realizzata dall’artista Mark Kostabi. Una abbraccio che può far vincere un romantico weekend. Ecco come fare. Basterà sedersi su una panchina rossa, immersa in un incantato bosco natalizio, fare una foto che esprima il proprio amore e infine postarla sulla pagina dell’evento con gli hashtag #natalediterni #christmastimeterni. La coppia che riceverà più like vincerà un week end romantico.

Per chi, non è Natale senza presepe, ecco anche i percorsi tematici del Circuito dei Presepi artistici e viventi del ternano.

A Gubbio c’è Aria di Natale sotto l’albero più grande del mondo

Albero natale gubbio umbria

A Gubbio i mercatini natalizi e tutti gli eventi collegati prendono il via il 23 novembre e proseguono fino al 6 gennaio. In questo periodo trovate anche il Presepe nel quartiere medievale di San Martino e soprattutto l’ Albero di Natale, il più grande al mondo. L’accensione è fissata, come da tradizione, per il 7 dicembre, cioè la vigilia dell’Immacolata. Al grande albero, entrato nel Guinness dei Primati dal 1981, il compito di fare da cornice a Gubbio per l’intero periodo delle feste. La cerimonia dell’accensione è sempre un momento particolare e molto sentito. Pensate che nel 2014 ad accenderlo è stato Papa Francesco, un semplice click tramite tablet dal suo studio in Vaticano. Quest’anno l’accensione sarà fatta da un luogo ricco di significato: la grotta della Natività di Betlemme.

presepe

Se sotto al vostro albero c’è giusto il posto per i regali, sotto quello di Gubbio ce n’è per un piccolo mondo fatto da un laghetto ghiacciato, una ruota panoramica, il presepe San Martino a grandezza naturale con un percorso fatto a oltre 120 personaggi e infine gli chalet di legno del Mercatino di Natale

A Castiglione del Lago l’albero di Natale è acquatico

Alberi di Natale da record in Umbria, non solo quello di Gubbio, anche quello di Castiglione del Lago che il 7 dicembre aprirà il calendario delle festività con il primo Albero di Natale disegnato sull’acqua. Una volta realizzato sarò l’albero di Natale – del suo genere – più grande del mondo. L’acqua non può che essere quella del Lago Trasimeno sulla cui superficie verrà disegnata una sagoma dell’Albero di Natale, grazie ad un’installazione luminosa lunga un chilometro. Per realizzarla saranno necessari una settantina di pali piantati nel fondo del lago, 5 chilometri di cavo e tante, tantissime lampadine: 2.400 quelle perimetrali e 50 quelle interne. Una magia di luce che si ripeterà tutte le sere fino al 6 gennaio e sarà visibile dal parco della Rocca Medievale.


Completano il programma di “Luci sul Trasimeno” un ricco calendario di eventi, spettacoli, luci e intrattenimento, che offriranno un buon motivo in più per visitare uno dei borghi più belli d’Italia.

Natale in musica a Spoleto

spoleto

Se dico Spoleto lo so, vi viene subito in mente il Festival dei Due Mondi, ma quello è un evento estivo, invece siamo a Natale, musica e cultura però non mancano lo stesso. Insomma, Natale a Spoleto è sì mercatini, presepi, mostre mercato ed enogastronomia, ma anche tanta cultura: concerti, teatro, danza.

Eventi Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

Primo appuntamento con Patti Smith. La sacerdotessa del rock torna in Italia, con sole quattro date e una di queste sarà a Spoleto. Il 3 dicembre alle 21 si esibirà con lo spettacolo “Words and music”. Altri nomi in cartellone sono Moni Ovadia, attore e artista capace di raccontare l’eterno peregrinare dell’Ebreo errante con “Cabaret Yiddish” (il 27 dicembre alle ore 21.00). Il giorno seguente sarà la volta dell’’Ensemble Simphony Orchestra con il concerto The legend of Ennio Morricone Vol. 2°, nel corso del quale presenteranno alcuni capolavori del maestro delle colonne sonore, riarrangiati e proposti in un concerto di grande impatto emotivo.

spoleto

Capodanno a Spoleto

Ancora tanta musica durante tutte le feste che culminerà con i festeggiamenti del Capodanno che vedranno il concerto di Tony Espostito con Enrico Capuano & La TammurriataRock, in piazza Garibaldi, a partire dalle ore 22.30, e l’esibizione della Banda Irè, tra le vie della città. Capodanno non è Capodanno senza fuochi, che in questo caso illumineranno il cielo di Spoleto dalla Rocca Albornoz.

Con tutti questi eventi stavo quasi dimenticando i Mercatini di Natale che si terranno dal 30 novembre al 14 gennaio alla Casina Ippocastano, con il Parco Chico Mendez che si trasformerà ne “La Foresta incantata”. Uno spazio dove ammirare le luminarie artistiche e assistere, ogni weekend, a concerti musicali e spettacoli natalizi.

Aria di Natale a Massa Martana con il presepe artistico

presepi massa martana

A Massa Martana, uno dei borghi più belli d’Italia e dell’Umbria, Natale da 18 anni è Presepi d’Italia, Mostra Nazionale del Presepe Artistico (dal 24 dicembre al 6 gennaio). Qui potrete ammirare i lavori di grandi artisti del settore.

La Mostra si articola in 22 locali del centro storico di Massa Martana, un borgo molto suggestivo da sembrare esso stesso un presepe. A Massa Martana i visitatori saranno accolti dai fuochi che gli anziani accenderanno nelle piazze e dalle dolci nenie natalizie diffuse tra i vicoli.

Un omaggio al Natale e all’Umbria tutta è il Presepe di Ghiaccio 2019 che quest’anno si ispirerà alla Natività della Basilica inferiore di Assisi, dipinta da Giotto. Un omaggio all’arte e alla bellezza, ma sopratutto una grande opera di 13 mq, interamente scolpita nel ghiaccio.

E per riscaldare a dovere l’aria delle feste non mancheranno vin brûlé, caldarroste, prodotti tipici del territorio e luci natalizie assaporerete tutta la magia e l’atmosfera delle feste. 

Natale a Bettona è presepe vivente

Umbria natale presepe vivente

Uno dei più grandi presepi viventi dell’Umbria si svolge da 12 anni a Bettona le atmosfere autentiche del Natale riempiono le vie e le piazze del borgo medievale. L’appuntamento è per le sere del 26 e il 29 dicembre e il 1, il 5 e il 6 gennaio, quando grazie alla presenza di 150 comparse – vestite con repliche di abiti d’epoca – prendere vita un’opera unica, con qualcosa come 22 scene recitate

La durata complessiva di ogni rappresentazione è di circa 40/45 minuti..

Ad Assisi tutti i presepi del mondo

Quando si pensa al presepe si pensa a San Francesco (che fece il primo presepe della storia a Greccio) e quando si pensa a San Francesco si pensa ad Assisi. Capirete quindi perché la città abbia puntato proprio sul presepe gli eventi natalizi. Da non perdere la mostra “Tutti i presepi del Mondo”, allestita alla Porziuncola di Santa Maria degli Angeli di Assisi, frutto di lunghi anni di donazioni da parte dei fedeli di tutto il pianeta e il presepe monumentale che viene realizzato nel prato della Basilica di San Francesco con personaggi in terracotta a grandezza naturale.

Ad Orivieto il presepe è nel pozzo

L’evento che da 31 anni caratterizza il Natale di Orvieto è il Presepe nel Pozzo ospitato nei sotterranei di Via della Cava, nel cuore più antico del quartiere medievale dal 23 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020. Orvieto a Natale è anche il ritorno della musica di Umbria Jazz Winter, edizione numero 27, che propone un ricco cartellone – come è tradizione per Umbria Jazz – che dal 28 dicembre al 1 gennaio 2020 riempirà di musica diversi luoghi del centro storico .

Città di Castello, città di presepi

Presepi importanti anche a Città di Castello con la Mostra Internazionale di Arte Presepiale, ospitata nella Cripta del Duomo dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Una mostra che è considerata come una delle più importanti in Italia dedicate all’arte presepiale.

Ad esporre le proprie opere alcuni dei maggiori artisti italiani,  rappresentanti le varie scuole arte presepiale.

Ad arricchire il tutto anche un un itinerario con la visita ai presepi nelle chiese del centro storico.

Natale in Umbria e le tradizioni della Valerina

La tradizione vuole nel 1294, quando Nazareth fu invasa di musulmani, gli angeli trasportarono in volo la casa di Maria fino a Recanati. Un momento che in Valnerina viene ricordato con i “focaracci” o i “Fuochi della Venuta”, per replicare i fuochi che allora fuorono accesi per rischiarare le tenebre ed illuminare il cammino degli angeli. Una tradizione che si ripete, da secoli, ogni anno.

Focone di Monteleone

Tra i fuochi più suggestivi il Focone di Monteleone che si tene alla vigilia di San Nicola, patrono del paese, in occasione del “Farro di S. Nicola”. Una festa con la quale gli abitanti ricordano il miracolo del farro compiuto da S. Nicola a Monteleone, Il santo, colpito dalla povertà dei suoi abitanti, volle donare loro il poco farro che aveva nella bisaccia, ma questo, miracolosamente, bastò per sfamare tutti.

Feste delle Campane a Norcia

A Norcia i falò illuminano la “Festa delle Campane”, che a mezzanotte si mettono tutte a suonare per annunciare il passaggio della Santa casa della Madonna di Loreto.

2 thoughts on “Natale in Umbria, cosa fare e cosa vedere

  1. Pingback: MERCADOS DE NAVIDAD: 90 POSTS QUE AYUDAN PARA VIAJAR [5] | Viatges pel Món

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *