Parigi low cost

Eccomi di nuovo a parlare di Parigi, una città che non smetterà mai di affascinare e una città che vale sempre la pena essere scelta per i vostri viaggi, non importa quante volte… troverete sempre qualcosa di nuovo. E’ una città che merita di essere vista da tanti punti di vista. E’ un po’ quello che sto cercando di fare da queste pagine. Abbiamo parlato di shopping, di aeroporti, di romanticismo e ci sarebbe ancora molto da dire.

Tra le cose che mi chiedete più spesso è come viaggiare spendendo poco, oggi voglio accontentare quanti sognano una Parigi low-cost.

La prima cosa da fare è scegliere il periodo giusto. Volando  a Parigi in alta stagione, soprattutto in occasione delle varie festività, tutto costerà di più. Qualche euro in più qui, qualche euro in più là ed ecco che il prezzo della vacanza lieviterà non poco. Insomma, come diceva il grande Totò “è la somma che fa il totale”.

Quindi la prima regola è scegliere la bassa stagione, che va del 1 novembre al 31 marzo, Natale, Pasqua e Capodanno esclusi. Partire in questo periodo consente non solo di spendere meno in albergo, ma anche trovare delle tariffe aeree a basso costo. 


Nella vostra scelta delle date di viaggio, il consiglio è quello di includere la prima domenica del mese, quando i musei aprono gratuitamente al pubblico. Se proprio non vi è possibile allora comprate la Paris Museum Pass che non solo vi consentirà di entrare gratuitamente in oltre 60 musei parigini, ma anche di evitare le code e visto che il tempo è denaro, anche questo è un bel risparmio. La card costa da 32 a 64 euro, a seconda della durata (2-4-6 giorni) ed è acquistabile anche on line.

Per muoversi a Parigi il modo più veloce ed economico è sicuramente la metropolitana. A seconda di quanto vi fermate, la cosa migliore è acquistare un carnet o un abbonamento. A proposito di abbonamenti, un’alternativa è Velib’ Paris che vi permetterà di assaporare Parigi pedalata dopo pedalata. Oltre alla bicicletta a Parigi ci sono tanti modi per spostarsi in modo alternativo ma questi non rientrano certo nel low-cost.

Per mangiare, soprattutto a pranzo, meglio una baguette, ma attenzione a dove la comprate, nelle zone a più alto richiamo turistico anche un semplice panino sale di prezzo. Per chi invece non concepisce il pranzo se non con le gambe sotto ad un tavolo, allora il consiglio per risparmiare è scegliere tra i localini del Quartiere Latino che offrono interessanti menù turistici. Per cenare francese senza spendere una fortuna, la soluzione migliore è mangiare in uno dei sette istituti alberghieri della città, l’offerta è da non lasciarsi scappare: servizio impeccabile, ottima cucina e prezzi da fast food!
La Parigi low-cost contempla anche momenti di spettacolo. Molte chiese cittadine, Notre-Dame compresa, e numerosi parchi pubblici offrono un programma di concerti gratuiti. Il teatro dell’Opera offre biglietti a 5 euro per i posti in piedi e praticano tariffe ridotte agli under 28. Per chi invece ama la prosa e vuole assistere ad uno spettacolo teatrale può approfittare delle offerte last-minute a metà prezzo.

One thought on “Parigi low cost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *