Pastel de nata, dolce sapore di Portogallo

Pastel de Nata ricettaPastel de Belem, la tradizione di un dolce tipico

Avete mai sentito parlare del pastel de Belem (conosciuto anche come pastel de nata, cioè panna)? Sicuramente se siete stati a Lisbona ne avrete assaggiato almeno uno. Perché, insieme al baccalà, è una delle esperienze gastronomiche imperdibili in un viaggio nella capitale portoghese. Inizio ora con il raccontarvi qualche segreto e curiosità, poi vi svelerò la ricetta per farli in casa.

Un po’ di storia

Questo pasticcino alla panna è nato proprio a Lisbona e la Casa Pasteis de Belem conserva ancora oggi il segreto della ricetta originale. Già perché se volete il pasticcino originale lo trovate solamente lì. La storia di questo dolce ci parla di un segreto, anche se dopo tanti anni è un segreto (probabilmente) svelato.

Secondo la tradizione questi dolcini nacquero nel Mosteiro dos Jerónimos  di Belem. Dopo circa un secolo che qui si sfornavano bontà, nel 1834 – con la Rivoluzione liberale – conventi e monasteri furono chiusi e quello di Jeronimos subì la stessa sorte.

Con la chiusura del convento poteva essere la fine anche per questi dolci, ma il panettiere del convento, rimasto senza lavoro, pensò di vendere la ricetta. Fu così che i pasteis iniziarono ad essere commercializzati.

Pasteis de Nata Portogallo

La Casa Pasteis de Belem aprì i battenti nel 1837 e da allora continua a produrre questo delizioso pastel secondo la ricetta originale, che ufficialmente sarebbe segreta.

Ora chi ha fatto un viaggio in Portogallo sa bene che il pastel de nata è diffuso un po’ in tutto il paese. Il segreto pare sia stato difficile da mantenere e quella che era una ricetta segreta con il tempo ha lasciato le cucine della pasticceria. Fu così che il dolce si sia diffuso un po’ in tutto il Portogallo e nei Paesi di lingua portoghese.

Pastel de Nata Portogallo

Dove mangiare i pasteis de nata

Quindi se volete mangiare gli autentici Pastel de Belem dovete necessariamente andare a la “La Casa Pasteis de Belem”, che vende gli unici dolci che possono fregiarsi il nome di pasteis de Belem. Se invece vi accontentate cercate i pasteis de nata li trovate nelle migliori pasticcerie del Portogallo.

 

Con le mani in pasta, facciamoli in casa

Per  mangiare dei buoni pasteis de nata non serve arrivare in Portogallo. Per chi ha voglia di mettersi in gioco ecco la ricetta per provare a realizzarli a casa. Non sono molto difficili da preparare, basta solo qualche accortezza. La parte più difficile è quella di preparare la pasta sfoglia, potete però accorciare i tempi utilizzando un rotolo già pronto.

Pastel de nata, la ricetta

Ingredienti

  • un rotolo di pasta sfoglia
  • 500 grammi di panna fresca
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • 8 tuorli
  • 1 cucchiaio di amido di mais

Come ho accennato prima, io utilizzo pasta sfoglia già pronta. La frolla la preparo velocemente, ma la sfoglia richiede troppi passaggi e utilizzo questa scorciatoia.

Iniziamo subito con il preparare la crema

Separate i tuorli dagli albumi. I primi serviranno per la crema, i secondi non servono e possono essere utilizzati per altri preparati, come ad esempio le meringhe, decidete voi.

Come fare i pasteis de nata portoghesi

Sbattete energicamente i tuorli con lo zucchero e l’amido di mais, fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete ora la panna e fate cuocere il tutto a fuoco basso a bagnomaria, continuando a mescolare. Una raccomandazione: fate attenzione alla temperatura. Il composto deve arrivare agli 80 gradi, meglio controllare con un termometro per alimenti. A questo punto togliete da fuoco e fate freddare velocemente mettendo il pentolino in una ciotola con dell’acqua oppure con del ghiaccio.

Prepariamo la base di pasta sfoglia

Nel frattempo occupatevi della base dei pasteis. Togliete la pasta sfoglia da frigorifero. Senza srotolarla tagliate una dozzina di cilindretti che andranno poi allargati con le mani per formare dei dischi. Con questi dischi foderati gli stampini – io ho usato quelli per muffin – formando dei cestini sui quali andrà versata la crema fredda.

Pasteis de nata

… ed ora in forno

Cuocere il tutto in forno statico per a 250 gradi per 20 minuti. Prima di sfornare passate i pasteis al grill per 3-4 minuti per caramellare la superficie. Servire freddi, spolverizzati con zucchero a velo e cannella.

Pasteis de nata

Una possibile variante è l’aggiunta di un baccello di vaniglia nella crema o una scorzetta di limone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *