Ricetta della Crema Catalana

Oggi sono molto contenta perché ho preparato uno dei miei dolci preferiti: la crema catalana, una ricetta più facile e veloce di quanto si possa immaginare.

Ricetta originale della crema catalana

Crema catalana e Crème brulée sono la stessa cosa?

Prima di iniziare una raccomandazione non confondetele crema catalana e crème brulée, Anche se in comune hanno la gratinatura dello zucchero Ma la ricetta è completamente diversa. Per prima cosa la crème brulée prevede una cottura in forno a bagnomaria mentre la crema catalana come abbiamo appena visto si prepara semplicemente sul fornello come un normale budino inoltre tra gli ingredienti la crème brulée c’è la panna mentre la ricetta della crema catalana richiede del semplice latte intero crema catalana con la crema brulé e infine la crema catalana è spagnola mentre la crème brulée è francese.
Aggiungo infine una piccola curiosità, questi non sono gli unici due dolci che prevedono la bruciatura della superficie, bene segnalo altri due, il primo è tutto italiano è la crema bruciata sarda il secondo invece è l’inglese burnt cream.

Origine della crema catalana

La crema catalana è una ricetta spagnola e per la precisione, come dice il nome, della catalogna. secondo una leggenda la crema catalana sarebbe stata inventata da alcune Monache per la visita del vescovo. Che quello che avessero preparato era un budino un po’ troppo liquido. Fu così per riparare all’errore le Monache aggiunsero sulla superficie dello zucchero caramellato caldo. Non finisce qui perché quando servirono il dolce il vescovo gridò crema che significa sì crema ma in Catalano anche brucia e per questo che la crema catalana è chiamata anche cremada. La crema catalana ha anche un altro nome ovvero “crema de Sant Josep” e questo è dovuto alla consuetudine di servirla il 19 marzo, giorno in cui si festeggia San Giuseppe. A Roma mangiamo i bignè di San Giuseppe, in Catalogna la crema catalana!

Prima vi dicevo che crema catalana e crème brulée non vanno confuse, questo è vero anche se c’è una piccola disputa tra Spagna e Inghilterra perché entrambi i Paesi rivendicano le origini del loro dolce e sostengono che l’uno avrebbe poi ispirato l’altro. Una disputa però che deve fare i conti con i documenti, ovvero alcuni ricettari medievali scritti in catalano (il Llibre de Sent Sovì e il Llibre del Coch) nei quali è già citata la ricetta della crema catalana, una datazione che ne fa anche uno dei dolci più antichi d’Europa.

La ricetta della Crema Catalana

La ricetta della crema catalana è davvero molto semplice. Solo pochi ingredienti per un dolce fresco e gustoso. Se vi spaventa l’uso dei tuorli, vi ricordo che ci sono diversi dolci che utilizzano esclusivamente gli albumi come le meringhe, la Angel Cake, il pan de’ morti e altri. Quindi basta organizzarsi e non va sprecato niente.

Ingredienti

  • 8 tuorli
  • 240 g di zucchero
  • 50 grammi di amido di mais
  • Un litro di latte intero
  • Cannella q.b.
  • due bustine di vanillina (o una bacca di vaniglia)
  • zucchero di canna q.b.
  • buccia limone

Preparazione delle crema catalana

latte e maizena

Iniziamo con il versare un po’ di latte freddo in una ciotola al quale si va ad aggiungere l’amido di mais. È importante usare il latte freddo perché altrimenti l’amido di mais fa i grumi. Mescolate bene l’amido di mais per incorporarlo nel latte. A dire il vero qualche grumo può formarsi comunque, ma basta schiacciarlo con il cucchiaio e si dissolverà. Lo stesso non succede con il latte caldo.

latte e cannella


In un pentolino versate il latte rimasto, la cannella e la vanillina e la buccia di limone. Mettete sul fuoco e fate cuocere a fuoco basso senza farlo bollire. Aggiungete ora lo zucchero e i tuorli d’uovo nel quale avete precedentemente sciolto l’amido.

preparazione della ricetta della crema catalana

Amalgamante bene tutti gli ingredienti con una frusta a mano o un cucchiaio di legno.

Unite ora questo composto al latte caldo continuando a mescolare. Mettete di nuovo il pentolino sul fuoco e continuando a mescolare fin quando non noterete che il composto si è addensato.

cottura crema catalana

La vostra crema catalana è praticamente pronta, eliminate la buccia di limone e versate la crema in otto pirottini. Lasciatela raffreddare.

pirottini

Una volta fredda coprite i contenitori con un coperchio o con della pellicola di alimenti e conservate in frigo fino al momento di portare in tavola.

crema catalana

Servire cospargete la superficie della crema catalana con dello zucchero di canna e fate gratinare al forno qualche minuto, giusto il tempo di far caramellare lo zucchero con il calore del grill. Questo ovviamente è il metodo da utilizzare se non si possiede l’apposito cannello per caramellare lo zucchero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *