Ricetta del bȗche de Noël

Natale in Francia si celebra con il bȗche de Noël, ovvero il tronchetto di Natale. Un dolce che troviamo anche sulle tavole di altri Paesi, in particolare quelli di lingua francese, come ad esempio il Belgio e il Quebec.

bȗche de Noël

La storia del bȗche de Noël

Il tronchetto di Natale come dolce è molto diffuso un po’ in tutta Europa. Sicuramente lo avete visto anche nelle vetrine delle nostre pasticcerie. In ogni caso sappiate che si tratta di una ricetta nata in Francia. Fu infatti attorno alla metà del secolo scorso che uno chef francese ebbe l’idea di portare in cucina un’antica tradizione: quella del ciocco di Natale.

ricetta del bȗche de Noël

Un dolce che richiama un’antica tradizione. Il bȗche de Noël nell’aspetto ricorda quello del ceppo di legno che veniva messo nel camino a Natale e che avrebbe dovuto ardere, lentamente, fino a Capodanno. Una tradizione che risale al XII secolo e che è andato sparendo, con la progressiva scomparsa dei focolari. E così il tronco di Natale si fa piccolo e dolce e gli viene riservato il posto d’onore a tavola e diventa un goloso pezzo di legno da mangiare in famiglia.

Camino acceso

L’usanza del ceppo di Natale, quello che brucia, era abituale anche a casa mia, ma il nostro a Capodanno non è mai arrivato. Però era tradizione che con l’avvicinarsi del Natale mio padre arrivasse a casa con un grosso pezzo di legno da mettere accanto al camino, in attesa della vigilia di Natale. Mi ricordo che la prima volta l’ho mangiato è stato quando sono stata a visitare Strasburgo per i mercatini di Natale

La ricetta del bȗche de Noël

Ma torniamo al tronchetto dolce. Con il tempo la ricetta del bȗche de Noël ha avuto molte trasformazioni e adattamenti. Una sorta di variazione sul tema, giocando sugli ingredienti e concentrandosi sulla forma di tronco.

Ecco allora che non vi sarà difficile trovarne anche salati. Anche la forma però offre la possibilità di mettere a frutto la propria creatività. Il più semplice è quello ad un pezzo unico, però c’è anche chi si cimenta in bȗche de Noël a più rami. La creatività però si esprime soprattutto nella decorazione e nelle farciture, che fa di ogni bȗche de Noël davvero un pezzo unico. Il dolce deve ricordare un tronco, quindi glassa usata per la farcitura in genere scura, quindi al cioccolato o al caffè, ma non mancano quelli dall’aspetto candido.

bȗche de Noël bianco

Passiamo ora a vedere la ricetta originale del bȗche de Noël. Anche se oggi lo trovate realizzato con le basi più disparate, dal pan di Spagna al pandoro riciclato, la ricetta originale del bȗche de Noël prevede la pasta biscotto.

Vediamo quindi come realizzare la base del bȗche de Noël, con la ricetta della pasta biscotto.

Ingredienti:

  • 175 g di zucchero
  • 125 g di farina
  • 6 uova
  • 3 grammi di vaniglia in polvere
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo
  • la buccia buccia grattugiata di un bel limone
  • decorazioni varie (a piacere)
Ingredienti del bȗche de Noël

Si parte dalle uova. La prima cosa da fare è quella di separare i tuorli dagli albumi.

Mettete quindi i tuorli una terrina e montateli con lo zucchero e la buccia grattata di limone, utilizzando le fruste elettriche, per circa 5 minuti. Se lo fate a mano ci vorrà almeno il doppio del tempo, mi ricordo quando da piccola mia nonna mi faceva l’uovo sbattuto. Altro non erano che i tuorli montati con lo zucchero. Vi accorgerete che è pronto quando le uova avranno assunto un colore quasi biancastro e molto spumoso.

bȗche de Noël alla nocciola

Adesso è il momento di aggiungere la farina alle uova. Va fatto un po’ per volta continuando sempre a mescolare. Finita questa operazione passate agli albumi, che vanno montati a neve ben ferma. La buona riuscita del vostro bȗche de Noël dipende da questo. Anche in questo caso il consiglio è quello di utilizzare le fruste elettriche. Come sicuramente sapete gli albumi a neve sono un composto molto delicato, vanno aggiunti al composto mescolando lentamente dall’alto verso il basso con un movimento rotatorio senza fretta.

A questo punto l’impasto della basta biscotto è pronta, non vi resta che cuocerla in forno preriscaldato a 180 gradi.

Foderate con la carta forno una teglia grande, versatevi il composto. Aiutandovi con il dorso inumidito di un cucchiaio livellate bene la superficie.

Fate cuocere per circa 10 minuti in forno statico a 180 gradi. Dopo aver sfornato la vostra base di pasta biscotto. Fate la prova stecchino qualche minuto prima, potrebbero bastare anche 7/8 minuti.

Toglietela subito dalla teglia, con tutta la carta forno e mettetela su un piano coperta da un canovaccio inumidito e lasciatela freddare bene. Nell’attesa preparate la farcitura

Come preparare la ganache al cioccolato per il bȗche de Noël

Per la farcitura preparate una ganache al cioccolato utilizzando cioccolato fondente (300 gr) panna fresca (240 ml) e zucchero a velo (2 cucchiai). Iniziata con lo spezzettare il cioccolato, che poi scioglierete a bagnomaria insieme alla panna e allo zucchero a velo mescolando continuamente per ottenere un composto liscio e omogeneo.

ganache al cioccolato

Lasciate freddare anche la ganache al cioccolato. Finalmente siete pronti per completare il vostro bȗche de Noël. Spalmante la superficie della pasta biscotto con 2/3 della ganache al cioccolato, poi arrotolatelo con delicatezza. Avvolgere il rotolo ottenuto con della pellicola e fatelo riposare un’ora in frigorifero. Trascorso questo tempo utilizzate la restante ganache di cioccolato per guarnire la parte esterna del bȗche de Noël.

In alternativa…

Per la farcitura potete anche scegliere di utilizzare creme diverse, così come per la decorazione potete sbizzarrirvi come più credete.

Prima vi parlavo di fantasia in cucina, per chi ha fretta e non crede di essere bravo ai fornelli può provare a utilizzare del pandoro avanzato basta tagliare le fette di pandoro, sovrapporle leggermente l’un l’altra e spianarle con un mattarello. Avrete così, in pochi minuti, la base da farcire per realizzare il vostro tronchetto di natale (per rispetto non lo chiamo bȗche de Noël, perché non ha nulla a che vedere con la ricetta originale) last minute. Una volta fatto non vi resta che avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigo per un paio d’ore. A questo punto potete decorare anche l’esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *