Cosa vedere in Chiapas: San Lorenzo Zinacantán

Cosa vedere in Chiapas, vicino San Cristobal de las Casas: il villaggio tzotzil di San Lorenzo Zinacantàn, dove la popolazione è ancora molto legata alle antiche tradizioni precolombiane e parla una lingua maya

anzianaSan Lorenzo Zinacantan è un villaggio del Chiapas che si trova  vicino la città di San Cristobal de las Casas.  A San Lorenzo Zinacantan si parla un’antica lingua maya lo tzotzil. Il  villaggio ha una sua indipendenza, così come un altro villaggio della zona, San Juan de Chamula, con tradizioni molto particolari, un proprio governo e pratiche religiose molto locali.

San Lorenzo Zinacantán

San Lorenzo Zinacantán si trova a circa 7 chilometri da San Cristobal de las Casas, il suo nome lingua náhuatl significa “luogo di pipistrelli”. Sarà, ma di pipistrelli io non ne ho visto neanche uno, ma non mi dispiace. Il momento migliore per programmare un’escursione a San Lorenzo Zinacantán è la domenica la mattina, quando si svolge un coloratissimo mercato locale.

mercato

Il villaggio è caratterizzato da case tradizionali di paglia e fango e soprattutto dall’abbigliamento coloratissimo degli indigeni. I colori dominanti sono il rosso, il viola e il blu. Per le donne anche gonne e camicie ricamate con fiori e animali e animali di vario tipo, in paticolare uccelli, farfalle e serpenti.

Per la popolazione una delle attività economiche è la tessitura. Visitando il villaggio trovate tanti negozietti e laboratori dove si vendono e si realizzano le stoffe per la produzione di  tovaglie, copriletti e cuscini.

Noi abbiamo visitato una di queste casa/tienda, anche se abbiamo avuto l’impressione che fosse abbastanza a misura di turista. Prima fra tutte la donna che, al vostro arrivo, si è subito messa al telaio. Un telaio molto particolare che è appeso ad un palo e fissato al corpo della donna tramite una cintura. Viste le dimensioni del telaio i tessuti realizzati sono piuttosto stretti, ma non c’è limite alla lunghezza

I prezzi sono da contrattare al massimo, in ogni caso non si trova poi molto di più di quanto vendono la sera le donne nella piazza di San Cristobal o di quanto trovate al mercato.

Attenzione alle sciarpette, costano poco, ma sono molto sintetiche!

Dopo aver visitato la parte negozio ci siamo spostati nella zona casa dove in una stanzetta poco illuminata una donna ci ha  mostrato la preparazione delle tortillas, con tanto di assaggio.

Da visitare anche  la Chiesa in stile coloniale consacrata al patrono della città, San Lorenzo. La chiesa fu distrutta da un incendio e ricostruita nel 1975. Come capirete dal nome nome del santo alla quale è dedicata,  la festa del patrono è il 10 agosto, una festa molto sentita che dura tre giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *