Siena, torna il mercato del Campo

C’è sempre un buon motivo per andare a Siena, una città che con le sue vie, piazze, edifici, musei ed eventi non stanca mai. A proposito di piazze, la più celebre e suggestiva è Piazza del Campo che non solo ospita il celebre Palio, ma anche tanti eventi che attraggono un gran numero di visitatori.

Mercato del Campo, 1-2 dicembre 2018

Un appuntamento da segnare in agenda è quello del Mercato del Campo che per due giorni, sabato 1 e domenica 2 dicembre. Un evento che farà rivivere ai visitatori le atmosfere dell’antico passato medievale del “Mercato grande”, nel corso del quale si ritrova la vita quotidiana dei tempi della Repubblica di Siena, quando il mercato rappresentava una delle principali forme di approvvigionamento.

Mercato del Campo, 1-2 dicembre 2018

Passati i secoli, il mercato torna ancora una volta nella storica sede di Piazza del Campo per mettere in mostra i migliori prodotti della tradizione senese, accanto ad alcune eccellenze provenienti da ogni parte d’Italia. Il tutto nella celebre piazza a forma di conchiglia, dove saranno disposti oltre 150 banchi. Un ordine che ricalca le regole della “Costituto Senese”, la prima carta costituzionale scritta in volgare, che fu adottata nel 1309 per regolare la vita della città.

Mercato del Campo

Un viaggio indietro nel tempo

Il mercato dunque riproduce la disposizione originaria dell’epoca, con la distinzione dei prodotti esposti in due grandi categorie: alimentari e artigianali e con il relativo raggruppamento per categorie.

La disposizione dei 150 banchi segue le indicazioni della “Costituto Senese” (XIV secolo)

Nel Medioevo il centro delle antiche città – con la sua piazza principale- era il cuore politico e commerciale. Un luogo dedicato ai commerci e al tempo stesso agli incontri e alle relazioni sociali, tutti elementi che si ritrovano ogni anno a Siena per questo evento.

2018, anno internazionale del cibo italiano

L’edizione 2018 ha qualcosa in più rispetto alle edizioni passate, perché vanta un ricco programma di appuntamenti collaterali legati anche alla tematica dell’anno internazionale del cibo italiano .

I banchi, non solo rispetteranno la disposizione del passato, ma anche nella foggia e della disposizione dei prodotti restituiscono le atmosfere di allora. Per il visitatore dunque un’esperienza unica, plurisensoriale per riscoprire il Medioevo anche attraverso sapori, profumi, bellezza e tipicità.

Un mercato da vedere, annusare e gustare

Per i visitatori l’occasione non solo di assaggiare e conoscere  prodotti d’eccellenza, che da sempre fanno di Siena una vera e propria “città del gusto”, ma anche di parlare con i produttori per scoprire informazioni e curiosità.

Il Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico sarà un’area dedicato all’arte gastronomica toscana alcuni chef che si esibiranno in show cooking. Inoltre, nel corso delle due mattinate, protagonisti saranno i bambini dove troveranno uno spazio giochi a tema, con cuochi e pasticceri che li seguiranno nelle loro esperienza.

Ma non è tutto, ristoranti e botteghe della città in questo periodo proporranno molti piatti realizzati con prodotti del territorio e si alterneranno giovani cuochi e chef.

Per soddisfare chi vuole mangiare, ma preferisce non sedersi al tavolo di un ristorante, i locali che affacciano sulla piazza prepareranno per l’occasione anche le richieste pietanze in versione “da passeggio”, in una sorta di rivisitazione dello street food.

Sorsi d’Arte, il vino in piazza

Siamo in Toscana e non si può parlare di cibo senza tralasciare il buon vino. In piazza del Campo i visitatori troveranno anche “Sorsi d’Arte”, una enoteca – allestita in un apposito spaio – nel quale le aziende vinicole e produttori di birra esporranno i loro prodotti. La visita al mercato diventa anche occasione per degustare ottimi vini locali anche sotto forma di aperitivi e cocktail, sapientemente preparati da barman professionisti

Completa il programma della due giorni una serie di itinerari guidati, a tema cibo, ad alcuni capolavori dell’arte senese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *