Vino, a Frascati torna Vinalia Priora

La Tenuta di Pietraporzia ieri sera ha ospitato la serata inaugurale della terza edizione di Vinalia Priora, che come tradizione coincide anche con la presentazione della nuova annata del vino Frascati DOC e DOCG e una masterclass a bordo piscina che ha messo a confronto diverse etichette mettendone in evidenza le differenze e le peculiarità, legate alla varietà dei versanti di provenienza, del terreno, dell’esposizione e, non ultima, l’altitudine.

Masterclass vino Frascati

La nuova annata del Frascati

A presentare le nuove annate del Frascati c’erano, tra gli altri, Lorenzo Costantini, vicepresidente del Consorzio di tutela e denominazioni dei vini Frascati e l’Assessore all’Agricoltura di Frascati Claudio Cerroni

Lorenzo Costantini

Quella 2023 per il vino è stata un’annata poco facile, che a causa della forte siccità del 2023, ha visto un drastico calo della produzione, ma non della qualità. Il terreno vulcanico dei Castelli Romani e le correnti d’aria sono venute incontro ai coltivatori che hanno avuto una produzione diminuita in media del 50% a differenza di altre località italiane che hanno registrato un calo decisamente maggiore.

Ad essere maggiormente penalizzate sono state alcune piccole aziende, ma anche quelle che puntano sul biologico, che anche nel territorio del Frascati hanno prodotto solo il 10% di vino rispetto agli anni passati, tanto che alla masterclass hanno presentato vini del 2022.

serata presentazione vino Frascati anno 2023

Al termine della masterclass gli ospiti si sono trasferiti nella sala interna per una cena all’insegna delle tradizione locale, seppure rivista, che la chef Cristina Catese ha studiato per essere abbinata con il Frascati.

Cristina Catese

Tra una portata e l’altra, ciascuna accompagnata da un vino diverso, non sono mancati alcuni interventi istituzionali, tutti a tema vino e Frascati.

vino Frascati

«Il vino Frascati rappresenta – spiega la Sindaca Francesca Sbardellacon il Frascati superiore e il Cannellino di Frascati, le uniche due DOCG di vino bianco del Lazio, per tale motivo appare fondamentale pensare di organizzare degli eventi che ne promuovano la conoscenza nel vasto pubblico»

un brindisi di vino Frascati

Alla serata sono intervenuti anche numerosi sindaci del territorio dei Castelli romani, tra loro anche quello di Marino che – anche in veste di Consigliere nazionale dell’ass. Città del Vino – ha colto l’occasione per annunciare la “candidatura dei Castelli Romani a ‘Capitale del Vino 2025’, con la Città di Marino capofila proprio in occasione dei festeggiamenti del centenario della Sagra dell’Uva”. Un candidatura ampia che mette in evidenza come il vino sia una importante tradizione millenario dei principali comuni di questo territorio.

Nel corso della serata è stato inoltre presentato anche un singolare arredo urbano, pensato proprio per la città di Frascati e ispirato al mondo del vino e della viticultura.

Vinalia Priora dal 25 al 27 aprile a Frascati

Vinalia Priora locandina

Vinalia Priora, ispirata alle antiche festività romane celebrate in aprile in onore del raccolto d’uva dell’anno precedente, giunta quest’anno alla sua terza edizione, vuole rinnovare oggi il millenario legame esistente tra il vino e il territorio tuscolano e si presenta con un ricco programma.

Vinalia Priora apertura evento

Un vino che è molto legato alla storia e con i resti archeologici presenti in tutto il territorio, anche per questo giovedì 25 aprile il convegno si apre con un incontro dal titolo “Vino e archeologia”, condotto da ospiti illustri, in programma alle 16,30 presso i locali del Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini.

le masterclass di Vinalia Priora

Immancabili le masterclass, momenti dedicati all’approfondimento che puntano a stupire e coinvolgere, accompagnando appassionati e curiosi in un viaggio alla scoperta di vini del Vulcano Laziale, minerali e sapidi, ricchi di sfumature capaci di raccontare l’identità di un territorio. 

Vini Frascati annata 2023

Una tre giorni dedicata alla scoperta dei vini della denominazione del Frascati che porterà, anche quest’anno tantissimi visitatori pronti a seguire le interessanti, quanto originali masterclass in programma, ma anche per assistere a momenti dedicati all’arte, con gli acquerellisti dell’Associazione Romana che dipingeranno en plein air nei luoghi più suggestivi del centro storico e ancora musica dal vivo e ovviamente alle degustazioni con i menu speciali proposti dai ristoratori frascatani.

Masterclass a bordo piscina

«La ristorazione – sottolinea il Consigliere delegato alle attività produttive, Alessio Duccirappresenta la naturale alleata della storica attività vitivinicola, da sempre il vino Frascati è il vino di Roma, prodotto per circa il 40% nei terreni della Capitale; è quindi il vino che accompagna la cucina romana, inscindibilmente legata alla tradizione e ai prodotti dei Castelli Romani».

programma Vinalia Priora

Un vino che ha una lunga storia, che inizia ancora prima dell’epoca romana e che è anche uno dei primi vini in Italia ad ottenere, nel 1966, il riconoscimento DOC, secondo solo alla Vernaccia di San Gimignano

Giunta quest’anno alla terza edizione, Vinalia Priora, è nata su impulso del Consorzio di Tutela della Denominazione del Vino Frascati, organizzata dal Comune Tuscolano in collaborazione con Iperico, Servizi per la Cultura e ODEA, allo scopo di promuovere l’eccellenza più iconica e rappresentativa del territorio, la manifestazione dedicata alla rinomata DOCG si snoderà tra gli spazi del Museo Tuscolano-Scuderie Aldobrandini (Il Frascatino), Piazza San Pietro e Piazza del Mercato.

2 thoughts on “Vino, a Frascati torna Vinalia Priora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *